JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Sconcerti: “Non ho mai visto mezzi concreti che rendessero la Juve competitiva”

Sconcerti: “Non ho mai visto mezzi concreti che rendessero la Juve competitiva”

Il noto giornalista ha rilasciato delle dichiarazioni sulla prima parte di campionato affrontata dalla Juve

redazionejuvenews

Il noto giornalista Mario Sconcerti ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di TMW Radio, dove ha affrontato diversi temi soffermandosi anche sulla prima parte di stagione della Juve, facendo confronti con quella della passata stagione.

SULLA JUVE - "L'unico ad aver fatto un passo indietro in classifica è Sarri perché un anno fa la Lazio non era ottava. Chiaramente la Juventus stupisce di più, ma anche lo scorso anno sono stati quinti fino alla fine del campionato: non ho mai visto mezzi concreti perché fossero realmente competitivi.

SU SARRI - "I risultati di 3-4 mesi toccano poco sul lavoro di gente così titolata ed esperta. Sarri lo stimo moltissimo e sono convinto che saprà correggere molte parti del suo gioco. Il vero problema è che prima di lui la Lazio veniva da 5 anni con un altro allenatore, una cosa sconosciuta in Italia e che crea vizi e privilegi tra i giocatori."Luis Alberto mi sta deludendo, Lazzari era previsto: è un quinto e basta, non un terzino, dove l'ha voluto provare anche Mancini, e neanche un'ala. Luis Alberto invece è un giocatore universale, deve saper giocare in tutti i modi".

SU BOGA ALL'ATALANTA -"Il giocatore è quasi indiscutibile, però nell'Atalanta nessuno salta l'uomo, se non per sovrapposizioni. L'Atalanta cercava questo, uno che sapesse dribblare, essendo una squadra rigida che sa poco sterzare. Boga è come se fosse un altro Muriel e può risolvere tante partite, come quelle in casa che non possiamo dimenticarci. Hanno preso un giocatore "da casa" che salti l'uomo e crei confusione, magari segnando proprio lui".