news

Qui Napoli, Gattuso: “Con la Juve serve una grande prestazione”. Insigne: “Era importante vincere oggi”

Gennaro Gattuso

Il punto della situazione in casa azzurra

redazionejuvenews

TORINO- In attesa della finale di Supercoppa Italiana, in programma mercoledì al "Mapei Stadium" di Reggio Emilia, il Napoli supera agevolmente la Fiorentina con un secco 6-0, convincendo tutti dopo le ultime brutte prestazioni offerte. A segno, per gli azzurri, Insigne (doppietta), Demme, Zielinski e Politano, che consentono alla squadra allenata da Gattuso di salire al terzo posto in classifica in compagnia della Roma a 34 punti. Ai microfoni di DAZN, il tecnico partenopeo ha poi parlato in vista dell'impegno futuro contro la Juventus: "Oggi sembrava una gara facile ma non lo è stata. Ospina sull'1-0 ha dovuto fare diverse parate, poi sulla giocata di Insigne abbiamo svoltato e loro sono calati. Abbiamo giocato un buon calcio, ma potevamo concedere di meno. Mercoledì ci sarà bisogno di una grande prestazione. Critiche? Erano state dette tante inesattezze. Si diceva che la squadra ce l'avesse con me, che io ce l'avessi con loro. Purtroppo si raccontano troppe storielle, ma noi dobbiamo accettare la situazione. So che rapporto ho con i miei ragazzi, aleno una squadra molto forte. Per diventare una big ci manca un pizzico di veleno, la "cazzimma", possiamo migliorare molto sotto questo aspetto. Non possiamo giocare sempre di fioretto, serve anche il coltello tra i denti".

 I calciatori del Napoli festeggiano un gol messo a segno

Parola poi al capitano napoletano Insigne, assoluto protagonista del match delle 12.30 con due reti: "Oggi era importante vincere in vista del prossimo impegno di mercoledì. Vincendo oggi riusciremo a preparare meglio la gara con la Juve. Sappiamo che hanno giocatori molto forti e dovremo prepararla al meglio. Il mister saprà darci gli stimoli giusti. Pranzo di squadra? Ci ha fatto bene staccare un po'. Da ora testa alla partita di mercoledì e da domani ci inizieremo ad allenare al massimo". >>> E intanto, parlando di mercato, ci sono 11 nomi nei sogni di Pirlo per una formazione totalmente nuova, ecco come sarebbe! <<<

Potresti esserti perso