Ogbonna: “Pirlo era già allenatore in campo, avrà bisogno di tempo. Lo aiuta avere i migliori giocatori al mondo”

Le parole del giocatore

di redazionejuvenews

TORINO – L’ex calciatore della Juventus Angelo Ogbonna, oggi difensore del West Ham in Premier League, ha parlato in una lunga intervista concessa ai microfoni de La Stampa, ai quali ha parlato della Serie A e dei bianconeri.

“Se guardo ancora la serie A? Sempre e il Milan mi stupisce unbel po’. In Italia Ibrahimovic si fa notare e in Premier non ci riusciva più perchè lì la competizione è più difficile? Non sta a me dirlo. Conosco entrambi i mondi? Allora dico che qui fare il difensore è molto più complicato, ma proprio la scuola italiana mi ha insegnato l’uno contro uno e a volte lo devi sfoderare con rivali di qualità assoluta come Aguero o Mané, due tosti da contrastare.”

L’ex difensore bianconero, a Torino dal 2013 al 2015 con la maglia bianconera, ha parlato anche del nuovo tecnico della Juventus Andrea Pirlo e del suo impatto sul gioco e sulla mentalità della Vecchia Signora: “Che effetto mi fa vedere Pirlo subito sulla panchina della Juve? Come prima esperienza se l’è scelta tosta. Guardi, era già allenatore, ha sempre intuito l’evoluzione del gioco prima degli altri e trovato soluzioni. Peccato che non sia lui che deve tradurle e certe invenzioni vanno bene solo per i suoi piedi. Se la sta cavando, avrà bisogno di tempo, il punto è capire se lo avrà. Lo aiuta avere il più forte giocatore al mondo come Cristiano Ronaldo in rosa? Nel suo ruolo Cristiano è il migliore, pure se è in fase calante. Compararlo a Messi è ridicolo, fanno due mestieri diversi. So che vengono paragonati da tutta la vita, ma lo si può fare per le statistiche e i gol, che fanno parte dello show.”

>>> E intanto, parlando di mercato, ci sono 11 nomi nei sogni di Pirlo per una formazione totalmente nuova, ecco come sarebbe! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy