JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Neville: “Il ritorno di Ronaldo ha portato cose positive ma anche problemi”

Cristiano Ronaldo

Le parole dell'ex giocatore del Manchester United sul portoghese, tornato a Manchester questa estate

redazionejuvenews

Questa estate il calciatore portoghese Cristiano Ronaldo è tornato al ManchesterUnited lasciando la Juventus dopo tre stagioni. Il ritorno del numero 7 nella squadra che lo ha lanciato nel grande calcio e nell'Olimpo di questo sport è stato accolto da tutti con entusiasmo, con i tifosi impazziti per il ritorno del giocatore in Inghilterra, anche se dopo queste prime giornate, c'è qualcuno che non lesina critiche a Ronaldo per il suo atteggiamento in campo, che sembrano, alle volte, quelli che lo hanno contraddistinto negli ultimi anni. A farlo è stato l'ex capitano del Manchester United GaryNeville, che ha parlato intervistato dai microfoni del programma TheOverlap.

"Con la presenza di Ronaldo arrivano tante cose positive, ma anche qualche problema. Cristiano va gestito. Nella semifinale di ritorno contro il Barcellona nel 2008, Cristiano è stato messo come prima punta da solo, ai lati c'erano Rooney e Park, con Tevez che ha giocato più indietro per marcare Busquets. Ma Ronaldo non può fare questo tipo di lavoro nei big match, perchè non è uno che lavora abbastanza per la squadra. Quindi gioca da centravanti e così facendo, lo United non presserà mai troppo. Dunque, l'idea che lo United possa fare questo tipo di gioco con lui lì davanti non è plausibile, visto che non pressava già 10-15 anni fa".

“E quindi credo sia il caso di chiedersi che tipo di gioco fa lo United. Per me è una squadra da contropiede. Un modo di giocare che diventa difficile, quando giochi contro squadre che sono inferiori alla tua, cioè nella maggior parte delle occasioni. Perchè va a finire che sono le squadre come l'Aston Villa o l'Everton che giocano in contropiede quando affrontano lo United. E basta una squadra un minimo decente per fare a pezzi la difesa. Questo è un problema che va risolto al più presto".