JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Mourinho prende d’esempio la Juve: “Se de Ligt si fa male gioca Chiellini. È questa la differenza”

MANCHESTER, ENGLAND - OCTOBER 23:  Manchester coach Jose Mourinho and Juventus coach Massimiliano Allegri during the Group H match of the UEFA Champions League between Manchester United and Juventus at Old Trafford on October 23, 2018 in Manchester, United Kingdom.  (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

L'allenatore giallorosso ha evidenziato le differenze tra i giallorossi e i bianconeri

redazionejuvenews

A poche ore di distanza dal fischio di inizio del big match di San Siro, l'allenatore della Roma Josè Mourinho, storica leggenda dell'Inter tra l'altro, è tornato a parlare in conferenza stampa dopo la bruttissima sconfitta in Conference League. Il portoghese ha fatto anche un chiaro confronto tra la società giallorossa e quella bianconera.

IL CONFRONTO - "Quando noi avevamo quattro vittorie in quattro gare di Serie A io ho detto scherzando di San Pietro. Se Chiellini si infortuna gioca de Ligt. Se Alex Sandro è stanco gioca De Sciglio, faccio l'esempio con Max perché non si arrabbia con me. La nostra squadra in qualche ruolo ha soluzioni di livello. In altre no e non c'è da nasconderlo. È questa la differenza tra noi e loro".

SULLA SQUADRA - "Stiamo costruendo una squadra, ma abbiamo bisogno di costruire una rosa e serve più mercato, più soldi e i proprietari che stanno facendo uno sforzo incredibile per migliorare il club a tutti livelli devono essere rispettati. Quando mi dicono che viene scritto che ho problemi con i Friedkin, non è vero. Io rispetto i Friedkin e devono credere tutti, i romanisti anche, nel lavoro della proprietà e di Tiago. C'è gente con le tasche piene di commissioni, di premi, e poi sparisce. E poi pagano i Friedkin, paga Tiago e pago io che vado in panchina. Ma io sono onesto e mi prendo la responsabilità delle mie scelte, lasciate gli altri in pace che stanno facendo un lavoro fantastico. Se poi possono aiutarmi di più a gennaio o in estate li ringrazierei tantissimo. Domani vedrete la panchina, non ci sono giocatori scarsi, ma ci sono molti giovanissimi".