news

Juve, Morata segna e dribbla il futuro: “Non dipende da me”

Alvaro Morata

Il numero 9 della Juve ieri sera ha messo a segno il gol del momentaneo vantaggio della Spagna su Portogallo. La gara è terminata poi 1-1.

redazionejuvenews

Ieri è andata in scena la grande sfida del derby della penisola iberica tra Spagna e Portogallo, nella prima giornata del gruppo B della Lega A di Nations League. Al Benito Villamarín di Siviglia la gara non ha ritmi entusiasmanti, tanto possesso, poche emozioni. La Roja però al primo contropiede passa in vantaggio: Gavi, tra i migliori, lancia la ripartenza, Pablo Sarabia rifinisce e mette in mezzo una palla da spingere in rete per Alvaro Morata. Nella ripresa poi il Portogallo prova a riprenderla, anche con l'ingresso di Cristiano Ronaldo. E a 8 minuti dalla fine i lusitani trovano il pareggio di Ricardo Horta, subentrato a uno spento Rafael Leao.

Morata con questa rete è arrivato a quota 26 in 53 presenze, superando una vera e propria leggenda del calcio spagnolo: Emilio 'El Buitre' Butragueno (che si è fermato a 25). L'attaccante bianconero è diventato così il settimo marcatore all time delle Furie Rosse.

A fine gara, l'attaccante madrileno ha parlato della partita e del suo futuro: "Non abbiamo concluso quando avremmo dovuto, ci è mancato quello, però abbiamo fatto una buona gara. La rivedremo, ma il calcio è così, bisogna guardare avanti. Continuiamo a lavorare, come sempre. Il mio futuro? Quando non dipende da me, non posso farci nulla. Devo restare concentrato qui sulla nazionale, poi si vedrà".

Nella stagione appena conclusa, Morata ha totalizzato 48 presenze con la maglia della Juventus, segnando 12 gol e fornendo 7 assist. Ma la sua permanenza a oggi sembra molto complicata. Due anni fa era arrivato con un prestito oneroso da 10 milioni di euro, rinnovato poi per l'anno successivo. In questa sessione di mercato era previsto io riscatto a 35 milioni, che la società bianconera non è disposta a spendere. La Juve lo acquisterebbe solo se l'Atletico Madrid concedesse un forte sconto sul prezzo e, al momento, non sono arrivate aperture in questo senso dai Colchoneros. Così fosse, ci sarebbe il secondo addio di Morata, nonostante la stima e il gradimento di Massimiliano Allegri.