JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

primo piano

Montero: “Felice di questa Juve. Chiellini fondamentale, su Danilo e Cuadrado…”

I giocatori bianconeri esultano dopo l'autorete di Ibanez in Juventus-Roma

Le parole dell'ex difensore

redazionejuvenews

TORINO- Attraverso il canale Twitch del club, Paolo Montero ha così analizzato la situazione attuale in casa Juventus: "Le ultime partite che ho visto mi sono piaciute. Contro l'Inter ho visto una grande Juve. Ha giocato da grande squadra, con obiettivi ben chiari. Pirlo è intelligente e sa di dover affrontare un periodo di transizione. Ad esclusione di Chiesa, però, altri si devono ancora rendere contro di dove sono. Se la squadra va avanti così, con la determinazione vista a "San Siro", la vetta è molto vicina. Ci sono ancora gli scontri diretti da giocare per diminuire le distanze. Sono felice di vedere questa Juve qui.

Solidità difensiva? Da noi si dice "l'importante è partire dallo zero in porta". Da quando è rientrato ho visto molto bene Chiellini. Poi la Juve ha sempre campioni come Cristiano Ronaldo sui quali poter contare e le partite le può vincere in ogni istante. In passato ha sempre vinto chi aveva la migliore difesa. Ricordo il Milan con Baresi, ma anche il City di adesso ha la migliore difesa. Stesso discorso vale per il Liverpool quando ha vinto. Ora che Van Dijk è fuori causa si sente la sua mancanza. La stessa Juve, senza Chiellini, ha sofferto e non poco. Demiral? Con lui e De Ligt la squadra ha una coppia difensiva che può essere la migliore di tutta Europa per un decennio. De Ligt dopo l'infortunio è tornato bene, ma deve giocare ancora molto per acquisire ulteriore esperienza.

Danilo? Pirlo vuole giocare uno contro uno e ha i calciatori di qualità per farlo. Danilo l'ho sempre visto come centrocampista, a volte terzo difensore, esterno. Non scopriamo nulla di nuovo, ha giocato in squadre come Real Madrid e Manchester City in passato. E' intelligente e abbastanza bravo da fare quello che gli chiede l'allenatore. Cuadrado? Sta facendo la differenza anche più di Ronaldo. E' impressionante, sembra Garrincha. Sfida più sentita? Per me era quella con il Milan, con loro ci giocavamo lo scudetto".

Potresti esserti perso