JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Mbappé: “Ho avuto la fortuna di giocare con Buffon che ha scritto la storia del calcio”

BUCHAREST, ROMANIA - JUNE 28: Kylian Mbappe of France looks on during the UEFA Euro 2020 Championship Round of 16 match between France and Switzerland at National Arena on June 28, 2021 in Bucharest, Romania. (Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

L'attaccante del PSG ha parlato

redazionejuvenews

Kylian Mbappé, attaccante del PSG, ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport di vari argomenti tra cui l'esperienza di Gigi Buffon nel club parigino dopo la sua esperienza alla Juve: "Gigio però si è adattato molto rapidamente, poi è chiaro che sta vivendo una nuova esperienza perché con noi c’è un altro portiere di livello mondiale come Navas. Magari non è una situazione facile, ma è un vantaggio per il Psg avere due portieri di queste dimensioni. Al di là di tutto, la strada di Gigio è già tracciata, rappresenta il futuro ma anche il presente. Ho avuto la fortuna di giocare con Gigi che ha scritto la storia del calcio, se Gigio continua a lavorare duro e rimane com’è, non ci sono motivi per pensare che non farà altrettanto.

Rinnovo? Le rispondo dicendo che quel che è cambiato nella seconda parte dell’anno è stato proprio il fatto di essermi concentrato sul campo, sul mio calcio. E’ la cosa più importante, soprattutto nella seconda fase della stagione, quando poi si vincono i trofei. Quindi credo non sia il momento di procrastinare facendo parlare di me. Tutti sanno che sono un grande giocatore, e come tale il mio compito è anche quello di far parlare di me in campo, non fuori. Poi certamente la situazione andrà affrontata, perché il tempo passa, ma per il momento immediato non è questa la priorità.

Chi meglio tra Italia o Portogallo al Mondiale?Sarebbe meglio non scegliere. Ma faccio prevalere l’aspetto sentimentale e dico l’Italia. Innanzitutto, perché non l’avete disputato nel 2018 e poi perché Marco l’ha giocata nel 2014 quando era un giovane giocatore, e non ancora il top player che invece è diventato oggi. Sarebbe bello per tutti vederlo esprimersi in un Mondiale al picco del suo calcio, anche perché se lo merita. Ma se poi si qualifica il Portogallo, significa che saranno stati migliori. E non ci sarà motivo per lamentarsi. Cristiano si presenterà come sempre per lasciare il segno".