JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Nonostante la sconfitta, buona prova per la Juventus U-23

Juventus U23

Nonostante la sconfitta, ieri la Juventus Unde-23 non ha sfigurato contro la prima squadra. Soddisfatto il tecnico Zauli.

redazionejuvenews

Ieri la Juventus di Massimiliano Allegri ha battuto la Juventus Under-23 per 3 a 0. Per la prima squadra questo è stato l'ultimo test prima dell'inizio del campionato. Domenica alle ore 18.30, infatti, i bianconeri affronteranno l'Udinese alla Dacia Arena di Udine. I giovani calciatori dell'Under-23, nonostante la sconfitta, non hanno sfigurato. Ovviamente il livello tecnico tra le due formazioni è ben diverso, ma i piccoli bianconeri hanno saputo dire la loro. Particolarmente in mostra il portiere Israel, autore di diverse ottime parate nei confronti di Dybala e compagni.

Ai microfoni di Sky Sport, l'allenatore della Juventus Under-23 Lamberto Zauli si è detto soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi: Per noi questa è una festa. Siamo contenti di essere venuti qui ad allenare la prima squadra a tre giorni dall'inizio del campionato e abbiamo subito notato la forza e la determinazione della prima squadra per cercare di partire subito bene. Noi abbiamo cercato di fare il nostro presentandoci con dati giovani per farli crescere giorno dopo giorno per poi proiettarli nel calcio che conta. Soulè? Ha la mentalità giusta e sta crescendo giorno dopo giorno. Fa tanti allenamenti con la prima squadra perché è apprezzato e sarà certamente un protagonista della Serie C. Che sia un talento è visibile a tutti da subito, il nostro compito è quello di farlo crescere il prima possibile per sperare e fare il tifo per lui che possa un giorno stare dalla parte della prima squadra". 

"Nel nostro girone ci sono club importanti come il Padova - Ha continuato il tecnico - . E poi Sudtirol e Triestina, ma sono tante le squadre che possono ambire a tornare in Serie B. Noi cercheremo di fare il nostro campionato portando avanti un progetto iniziato quattro anni fa e cercando di permettere ai nostri ragazzi di poter arrivare a giocare a certi livelli e in certi palcoscenici”.