news

Da Dybala fino al rigorista a sorpresa: 5 curiosità su Juventus-Sampdoria

Leonardo Bonucci

Juventus-Sampdoria è stata una partita ricca di sorprese e colpi di scena. Andiamo alla scoperta di cinque curiosità interessanti sul match

redazionejuvenews

La Juventus vince la sua seconda partita consecutiva e si porta a quota otto punti. I bianconeri di Massimiliano Allegri contro la Sampdoria soffrono e nel finale rischiano di farsi recuperare, ma riescono a difendersi e ad evitare l'ennesima figuraccia di questo inizio di stagione da dimenticare. Sul proprio sito ufficiale, la Juventus ha pubblicato cinque statistiche interessanti sul match contro i blucerchiati.

1) Per la prima volta nella sua lunga carriera in Serie A, Leonardo Bonucci ha calciato e segnato un calcio di rigore. Prima di lui,                    soltanto Andrea Barzagli ci era riuscito, nel maggio 2012 contro l’Atalanta.

2) Giornata di prime volte anche per Manuel Locatelli che per la prima volta con la maglia della Juventus ha segnato e fornito assist              nella stessa partita. Per lui è stata la partita numero 150 in A.

3) Ieri Allegri ha lasciato il posto da titolare tra i pali della Juventus a Mattia Perin, che non giocava una partita con la maglia                        bianconera da 897 giorni.

4) La Sampdoria nel primo tempo ha segnato un gol su calcio d'angolo. A segno il difensore giapponese Maya Yoshida, alla sua seconda       rete stagionale. Per lui questo è il terzo gol in Serie A, il secondo segnato fuoricasa.

5) Con il gol di ieri, Paulo Dybala è arrivato a quota otto reti contro la Sampdoria. La squadra blucerchiata è una delle vittime preferite        dell'argentino, dietro soltanto all'Udinese (nove gol).

Particolarmente interessante è il dato su Leonardo Bonucci, che si è riscoperto a sorpresa il rigorista della Juventus. Lo scorso anno tutti i calci piazzati erano pane per i denti di Cristiano Ronaldo, specialista su rigori e punizioni. Quest'anno in sua assenza Paulo Dybala ha raccolto la sua eredità, ma visto l'infortunio, sul dischetto del calcio di rigore si è presentato proprio il difensore italiano. Con la nazionale italiana il centrale aveva già dimostrato le sue abilità dagli 11 metri, e anche ieri non ha deluso le aspettative.