news

Tuchel: “Segnare contro squadre come la Juventus è sempre difficile”

Tuchel: “Segnare contro squadre come la Juventus è sempre difficile”

Al termine della partita, l'allenatore del Chelsea Thomas Tuchel ha analizzato il match contro la Juventus

redazionejuvenews

Prestazione da incorniciare quella della Juventus di Massimiliano Allegri, che ieri sera, contro ogni pronostico, ha battuto il Chelsea campione in carica. Una gara perfetta quella dei bianconeri, che hanno organizzato la partita nel minimo dettaglio. Consapevoli della forza dell'avversario, la Juventus ha deciso di chiudersi in difesa, cercando di ripartire con grande velocità in contropiede. In un periodo di costruzione dal basso e azioni veloci, qualcuno potrebbe definire questo tipo di calcio "brutto" o "anacronistico", ma è stato sicuramente efficacia

Al termine della partita, l'allenatore del Chelsea Thomas Tuchel ha analizzato la partita in conferenza stampa, sottolineando il modo di giocare dei bianconeri: "E' un problema del tirare: se tiri poco, tiri poco in porta. Abbiamo faticato a trovare spazi e a trovarli per il tiro. Abbiamo avuto delle chances in chiusura, ma non era facile trovare spazi e opportunità. Come contro l'Atletico la scorsa stagione: è difficile ma potevamo fare meglio. Segnare contro squadre come Juventus e Atletico Madrid è sempre complesso. Oggi eravamo freschi e carichi, e infatti è strano strano per noi prendere gol dopo pochi secondi, ma la rete descrive la partita che è stata".

"Perchè così tanti cambi? Volevamo dei giocatori freschi, energie nuove pronte a darci una mano a gara in corso - Ha continuato il tecnico -. Non eravamo stanchi, stavamo bene. Ieri eravamo affamati, pronti, carichi. E' difficile giocare a un alto ritmo con chi si difende così basso, lo stesso che abbiamo provato a fare contro il City. Prendere subito il gol è stato il problema, ma abbiamo fiducia nel futuro". Fondamentalmente, l'allenatore del Chelsea ha ragione: segnare contro "chi parcheggia il bus in porta" è sempre difficile. Ma in un periodo così complesso per la Juventus, anche una vittoria di questo tipo diventa fondamentale per la classifica e per il morale. Le vittorie "belle", forse, arriveranno più avanti.