news

Juventus, Allegri conferma: in estate non sarà rivoluzione

Massimiliano Allegri

Massimiliano Allegri, nel post-partita della gara contro il Sassuolo, ha parlato anche del prossimo calciomercato estivo.

redazionejuvenews

di Mattia Cinelli

La Juventus si prepara a concludere la stagione nel miglior modo possibile, per poi pensare al prossimo calciomercato estivo. I bianconeri, secondo diversi addetti ai lavori, avrebbero bisogno, al netto delle cessioni, di almeno 6-7 colpi di livello, indicativamente due per reparto. I nomi sono sempre i soliti: Rudiger, Milenkovic, Badiashile, Cambiaso, Lodi e Parisi per il pacchetto difensivo; Milinkovic, Pogba, De Paul e Frattesi per la mediana; Raspadori, Zaniolo, Gnabry, Di Maria per l'attacco. Sembra quasi che la Juventus debba ricostruire la squadra da zero, ma non è così, visto che soltanto pochi mesi fa Madama ha acquistato Vlahovic, Zakaria e Gatti, per una spesa complessiva di oltre 100 milioni.

Ieri sera, nel post partita del match contro il Sassuolo, Massimiliano Allegri, a Sky Sport, ha detto la sua sui movimenti che ci saranno tra qualche settimana: "La squadra è cresciuta molto, alla fine mi sono arrabbiato perché dovevamo gestire meglio ma avevamo giocatori con poca esperienza. Non penso a cambiare tantissimi giocatori, ci sono dei valori e quest'anno abbiamo giocato spesso senza tanti giocatori come Chiesa, Kean, Arthur. Tutte le volte ripartire da zero è un problema, le valutazioni non sonostate sbagliate. Serviranno uno o due giocatori, la squadra quest'anno sta facendo una buona stagione."

Dichiarazione che devono far pensare, forse la Juventus rinnoverà Bernardeschi, Kean e riscatterà Morata, o Chiellini onorerà fino in fondo il contratto. A giudicare dalle parole del mister toscano, il club piemontese punterà solo sugli acquisti imprescindibili, come il centrocampista di qualità, il vice Dybala e al massimo il terzino sinistro, se Alex Sandro dovesse andare via. Probabilmente coloro che volevano 7-8 nuovi innesti rimarranno delusi, ma c'è anche da dire che il calciomercato estivo è stato in parte fatto a gennaio, come più volte la dirigenza o lo stesso Allegri hanno confermato, motivo per cui non è ancora tempo di rivoluzione a Torino.