news

Ventola: “Scudetto? Sarà lotta tra Inter e Napoli, la Juve è partita male”

Ventola: “Scudetto? Sarà lotta tra Inter e Napoli, la Juve è partita male”

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Nicola Ventola ha fatto alcuni pronostici sul campionato in corso: Juve sfavorita

redazionejuvenews

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Nicola Ventola ha fatto alcuni pronostici sul campionato in corso: "Il Napoli oggi è la vera rivale dell’Inter: Spalletti sta facendo un grande lavoro anche nella gestione dell’ambiente, ma il Napoli ha qualità incredibile da anni e Gattuso è stato sfortunato, stiamo vedendo cosa significa avere Osimhen al cento per cento. Il duello è tra Inter e Napoli, la Juve è partita male e il Milan, anche dopo una partita stratosferica contro l’Atalanta, non mi sento di metterlo sullo stesso gradino di Inter e Napoli".

Secondo l'ex attaccante, quindi, la squadra di Massimiliano Allegri sarebbe ormai praticamente fuori dai giochi. In effetti i 10 punti di distacco dalla testa del campionato pesano come macigni. Matematicamente tutto è ancora possibile, ma per la Juventus la rimonta sembra alquanto improbabile. Il Napoli viaggia spedito e sembra inarrestabile, mentre Inter e Milan sono serie pretendenti al titolo. Sperare in un passo falso di tutte queste squadre è praticamente un'utopia.

Ventola ha poi parlato dei due attaccanti dell'Inter, che non stanno deludendo le aspettative: "Edin è straordinario, mentalmente un tipo strong, che non avverte pressione. Magari non mi aspettavo i sei gol in sette giornate, ma un impatto decisivo nel sistema Inter sì. Dzeko sa fare tutto, ha tecnica, presenza in area, fa salire la squadra, attacca la profondità come abbiamo visto contro il Sassuolo sul rigore. Ecco, questo poteva essere un punto critico dopo Lukaku. E invece a 35 anni Edin non si risparmia: con lui l’Inter ha svoltato. Lautaro è una certezza, nei due anni di Conte magari spiccava Lukaku ma lui era fondamentale per Romelu e ha sempre fatto tanti gol. Lautaro vale più di Lukaku per età e per ciò che ha già fatto vedere in questi anni: è un top player per qualità e personalità smisurata".