JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Juve, Morata entra dalla panchina e ritrova il gol. Kean invece…

SALERNO, ITALY - NOVEMBER 30: Alvaro Morata of Juventus celebrates after scoring the 0-2 goal during the Serie A match between US Salernitana v Juventus at Stadio Arechi on November 30, 2021 in Salerno, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Buona prestazione da parte di Morata, che subentrato dalla panchina ha segnato il gol del 2 a 0. Lo spagnolo farà la differenza per la Juve?

redazionejuvenews

Contro la Salernitana la Juventus è riuscita finalmente a ritrovare la vittoria. Un 2 a 0 che sa di speranza anche e soprattutto grazie al gol di Alvaro Morata. L'attaccante spagnolo in questo inizio di stagione è stato una delle più grandi delusioni, ma ieri è riuscito finalmente a fare la differenza. Subentrato dalla panchina, l'ex Chelsea si è subito messo in mostra, aiutando la squadra in fase di ripartenza e segnando laretedel definitivo 2 a 0. Un gol cercato, voluto, che in campionato mancava da decisamente troppo tempo. Che per il classe 1992 sia arrivato finalmente il momento della svolta?

Parliamoci chiaramente: Morata in carriera non è mai stato un goleador, ma le prestazioni viste fin qui non erano però da lui. Il gol può sicuramente avergli dato morale, sperando che ora l'attaccante riesca a ritrovare se stesso. Un altro fattore che potrebbe averlo aiutato a ritrovare il gol potrebbe essere stato Kean. L'attaccante italiano, infatti, è stato scelto da Allegri come titolare, facendo capire chiaramente a Morata come il suo posto fosse in bilico. Il ballottaggio potrebbe quindi aver scosso il giocatore, spingendolo a dare il meglio di se per impressionare il tecnico bianconero.

Se da un lato Morata è riuscito finalmente a fare la differenza, dall'altro Kean ha invece deluso le aspettative. Per il giovane classe 2000 una partita piatta, priva di spunti interessanti. L'attaccante italiano è stato spesso chiamato in causa nella manovra bianconera, ma non è mai riuscito a rendersi pericolo. Pochi dribbling riusciti e un passaggio sbagliato in area di rigore avversaria che sarebbe potuto essere un facile assist. Occasione sprecata per l'ex Everton, quindi, che avrà sicuramente tutto il tempo del mondo per rifarsi. L'importante è che l'attacco sia tornato finalmente a girare, a prescindere dalla punta titolare. Riusciranno i bianconeri a mantenere questo ritmo anche nelle prossime uscite?