JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Juve, caso plusvalenze: la procura indaga anche sulla cessione di CR7

 Cristiano Ronaldo

Come annunciato dalla Juve in un comunicato stampa, la procura starebbe indagando anche sulla cessione di CR7. E i problemi non finiscono qui

redazionejuvenews

Continuano i problemi in casa Juventus per quanto riguarda il caso plusvalenze. Ieri il club bianconero ha infatti comunicato che la procura starebbe indagando anche sulla cessioni di Cristiano Ronaldo al Manchester United: “La Società rende, inoltre, noto di aver ricevuto in data odierna la notifica di un nuovo decreto di perquisizione e sequestro relativo alle indagini in corso da parte della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino nei confronti della Società nonché di alcuni suoi esponenti attuali (Andrea Agnelli, Pavel Nedved, Stefano Cerrato e Cesare Gabasio) e passati in merito ai fatti e alle ipotesi di reato di cui al comunicato stampa diffuso in data 27 novembre 2021 oltreché in merito alla voce “Cessioni definitive” del bilancio al 30 giugno 2021 in relazione ai valori economici della cessione del calciatore Dos Santos Aveiro Cristiano Ronaldo.

Come già reso noto, Juventus sta collaborando con gli inquirenti e con la Consob e confida di chiarire ogni aspetto di interesse degli stessi, ritenendo di aver operato nel rispetto delle leggi e delle norme che disciplinano la redazione delle relazioni finanziarie, in conformità ai principi contabili e in linea con la prassi internazionale della football industry e le condizioni di mercato”

E, purtroppo, i problemi non finiscono qui. In un altro comunicato la Juventus ha annunciato che potrebbero esserci complicazioni anche dal punto di vista economico: "Ove l’Aumento di Capitale fosse eseguito solo parzialmente, affluirebbero al Gruppo risorse finanziarie in misura limitata. In tali evenienze, in assenza di ulteriori tempestive misure a sostegno del Piano di sviluppo Aggiornato e confermato [ndr, ossia il Piano di sviluppo della Società per gli esercizi 2019/20 – 2023/24], la capacità del Gruppo di mantenere il presupposto della continuità aziendale nell’arco di Piano verrebbe meno". La situazione sembra aggravarsi ogni giorno di più. Riuscirà la dirigenza della Juventus a provare la sua innocenza?