Juve, Pjanic: “Allegri è convinto di poter fare qualcosa di grande”

Intervistato da La Gazzetta dello Sport l'ex Juve Pjanic ha parlato di Allegri, Milinkovic-Savic, Vlahovic, Lukaku e non solo
Miralem Pjanic

Intervistato da La Gazzetta dello Sport l’ex Juve Pjanic ha parlato del trasferimento di Milinkovic-Savic in Arabia Saudita: Sono scelte personali. Quando sei nel pieno della carriera se hai la possibilità vuoi esaudire i sogni che avevi da bimbo, tipo Juve, Real, Barça… Milinkovic ha preferito l’Arabia, ma onestamente non conosco che situazione avesse con la Juve”. Allegri al contrario ha rifiutato: Max vuole vivere un anno più normale con la Juve dopo le turbolenze della scorsa stagione causate dai punti in classifica tolti, restituiti e ritolti. Senza contare i big infortunati e il cambio della dirigenza di novembre che ha finito per lasciarlo più solo. Non è un mistero, lo sanno tutti che gli arabi lo volevano fortemente, ne abbiamo anche parlato. Allegri, però, ha 2 anni di contratto, è legato alla Juve e soprattutto è molto motivato e convinto di poter fare ancora qualcosa di grande“.

Su Bonucci tra gli esuberi ha aggiunto: Se è stato deciso così, penso che sia stato detto tutto in faccia, in modo chiaro. Per un giocatore non è mai facile da accettare una cosa del genere. Leo è un leader, ha dato tantissimo alla Juve”. Cuadrado invece è andato all’Inter: Nel calcio non mi stupisce nulla. Cuadrado era libero dopo la scadenza di contratto con la Juve e se ha deciso di andare all’Inter per continuare a giocare ad alti livelli, va rispettato. Sono scelte, ma non va dimenticato quanto Juan ha dato alla Juve nei suoi 8 anni a Torino”.

Al contrario Lukaku potrebbe fare il percorso opposto: “Se pensano che in questo momento sia meglio avere nel gruppo un nove con le caratteristiche di Lukaku piuttosto che uno con quelle di Vlahovic troveranno la soluzione più giusta per tutti. A me piace tanto Dusan. Vlahovic è giovane, però ha tanto potenziale e alla Fiorentina ha fatto vedere grandi cose. A Torino, dove la maglia è più pesante, deve ancora trovare continuità. Lukaku ha più esperienza internazionale, è un giocatore fatto. Lukaku come Higuain? Non è giusto paragonarli, sono casi diversi“.