JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Inzaghi: “Noi favoriti contro la Juve? E’ una finale, non ci sono favoriti”

Simone Inzaghi

Alla vigilia della finale di Supercoppa contro la Juventus, l'allenatore dell'Inter Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa

redazionejuvenews

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della finale di Supercoppa contro la Juventus, l'allenatore dell'Inter Simone Inzaghi ha detto: "Una partita così può essere decisa dal singolo episodio: servono corsa, intensità e determinazione. Sono due squadre abituate a giocare gare del genere. In alcuni momenti può darsi che andremo in difficoltà, ma dovremo essere bravi a venirne fuori subito. E' una finale e perciò non ci sono favoriti, loro vengono da otto risultati utili di fila e hanno ribaltato la Roma in una partita complicatissima, un qualcosa di straordinario. Sono abituati a giocare le finali con giocatori di esperienza, noi ce la giocheremo sperando di regalare una gioia ai nostri tifosi. Conteranno gli episodi, oltre che le motivazioni".

Ai bianconeri mancheranno Chiesa, Cuadrado e De Ligt: "La Juve ha una rosa importante e Allegri saprà come sostituirli - ha esclamato Inzaghi. Recuperano anche Bonucci e Chiellini e sicuramente avranno una squadra molto competitiva. Faccio un grosso in bocca al lupo a Chiesa: non conosco il ragazzo, ma ho giocato con suo papà. E' un patrimonio del calcio italiano e spero torni in fretta in campo". Sulla panchina della Lazio Inzaghi ha già vinto due volte in finale contro la Juventus: "Nelle precedenti due eravamo sfavoriti e abbiamo giocato due ottime gare, con Allegri e Sarri. Anch'io però ho perso contro la Juventus in finale. Domani cercheremo di dare questa soddisfazione ai tifosi: non sarà semplicissimo, ma daremo il centoventi per cento".

Chiosa finale sull'ultimo match di campionato tra le due squadre: "Pensavamo di averla vinta quella partita, poi ci fu l'episodio del rigore. Entrambe siamo migliorate, eravamo in ritardo in classifica e perciò la partita fu giocata al di sotto delle possibilità delle due squadre. Ricordo una gara contratta, domani invece sarà una finale che giocheremo di fronte ai nostri tifosi, anche se giustamente domani lo stadio sarà diviso con quelli della Juventus. Chi vince, alzerà il trofeo. Penseremo solo a questo".