news

Juve – Focus centrocampo: tra infortuni e promesse di mercato

Cristiano Giuntoli e Giovanni Manna
Tra infortuni e squalifiche la Juve si troverebbe un reparto ridotto all'osso: il club sarebbe sempre più chiamato a investimenti nel mercato
Riccardo Focolari Redattore 

Un proverbio popolare recita che la Dea Bendata possa colpire chiunque ma che a volte pare ci veda proprio bene. Tale detto, potrebbe in un certo senso sposarsi piuttosto bene con il caso della Juventus riferito al suo centrocampo. Infatti, ritornando ai temi dell'ultimo calciomercato estivo o, più recentemente, a quello invernale, su tale reparto da più parti si sarebbe asserito di alcuni limiti sia qualitativi che quantitativi nella rosa. Eppure, specialmente in estate, il club bianconero avrebbe preferito guardare con più attenzione al bilancio che alla necessità di un nuovo mediano per mister Allegri. Ed è così che, nel giro di appena poche settimane, due casi imprevedibili (o quasi) come quelli di Paul Pogba, fermato per doping, e Nicolò Fagioli, indagato e successivamente squalificato dalla Giustizia Sportiva, ha ridotto ulteriormente il roster di centrocampisti a cui attingere.

Allarme infortuni per la Juventus

—  

Con un colpo di coda ormai quasi inaspettato, Cristiano Giuntoli, direttore sportivo della Juventus, ha regalato al suo allenatore in un blitz poco lontano dal gong finale del calciomercato invernale, Carlos Alcaraz. Nonostante il nuovo campionato e la prudenza del tecnico Allegri, il centrocampista argentino ha trovato spazio. Probabilmente più di quello che il suo allenatore si sarebbe augurato da subito. Infatti, l'infortunio accorso ad Adrien Rabiot nel corso del primo tempo del match contro il Frosinone, ha accelerato il suo inserimento e aumentato il suo minutaggio (anche se Alcaraz aveva esordito nelle partite precedenti). Come se non bastasse, alla lussazione al piede di Rabiot si è aggiunta, nel finale della stessa partita, quella di Weston Mckennie. Il figliol prodigo della Juventus, il calciatore simbolo della Juventus operaia di Allegri 2.0, non ci sarà contro il Napoli e si spera di non perderlo a lungo dopo la lussazione alla spalla. Contro i partenopei, il centrocampo della Juventus rischia dunque di essere quasi obbligato nelle scelte, inserendo nella girandola di cambi giocatori sottotono o inutilizzati.

Le idee di calciomercato per la Juventus

—  

Se in questa stagione, Massimiliano Allegri pare stia facendo di necessità virtù, nel prossimo anno le aspettative potrebbero essere diverse. Sotto ogni punto di vista, la Juventus non potrà limitarsi al riabbracciare Nicolò Fagioli. Secondo quanto riportato da Sportmediaset, a far ben sperare i tifosi bianconeri sarebbero i nomi altisonanti seguiti dalla società per rinforzare la rosa. In cima alla lista dei desideri ci sarebbe Teun Koopmeiners dell'Atalanta, seguito da Lewis Ferguson del Bologna. Tra i papabili in ottica Juventus non andrebbero esclusi Felipe Anderson, in scadenza con la Lazio, e Albert Gudmundsson del Genoa. La volontà della Juventus potrebbe essere anche quella di più di un giocatore di questa lista, non però senza qualche uscita. I due sacrifici possibili avrebbero i nomi di Federico Chiesa e Matias Soulè.

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Juventus senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Juvenews per scoprire tutte le news di giornata sui bianconeri in campionato.