J. Andrade: “Juve una famiglia, ma la squadra fatica molto”

Jorge Andrade, ex difensore della Juventus, ha detto la sua sulla situazione dei bianconeri, parlando anche dell'Europa League.
Juventus-Nantes

Jorge Andrade, ex calciatore della Juventus, ha detto la sua sulla situazione della Vecchia Signora, parlandone a tuttomercatoweb. Ecco le sue parole sui bianconeri: “Sono stati due anni vissuti con persone fantastiche, tanti campioni: dispiace non aver potuto giocare, ma la Juve è una famiglia. E quella gente è nel mio cuore. Se seguo la Juve? Sempre, quando c’era Ronaldo la seguivo ancora di più. Ma per esempio Chiellini per me era un fratello. Di recente sono stato a Roma per la partita della Pace, ho rivisto Iaquinta, Buffon: è stata una bella giornata, a maggior ragione per me che ho smesso di giocare 14 anni fa per il ginocchio, tornare in campo con tanti miei ex compagni è stato bellissimo.

Hanno tanti campioni. Il problema, tanto l’anno scorso quanto quest’anno, è che questa Juve non convince fino in fondo: adesso ha migliorato un po’ il rendimento ma la vedo faticare sempre. L’Europa League può essere una soluzione per questa Juve per arrivare in Champions. L’allenatore c’è, perché Allegri è bravissimo, speriamo che possa arrivarci. Fino alla fine, come si dice, la Juve è sempre grande.

Leao? Io lo conosco da quando era bambino, ha questo modo tranquillo di stare in campo, ma quando prende palla diventa un leone. Se la testa sta bene, può vincere il Pallone d’Oro: è troppo forte”.