JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Higuain paperone d’America

Gonzalo Higuain

Il Pipita terzo nella classifica dei calciatori più pagati

redazionejuvenews

La Juventus è attesa sabato dalla partita con l'Inter, penultima giornata del campionato italiano di Serie A, che la Juventus dovrà vincere per tenere accese le flebili speranze di qualificazione alla prossima Champions League. Mentre i bianconeri sono alle prese con i problemi di classifica, chi non se la passa male in America è l'ex calciatore bianconero Gonzalo Higuain.

Il calciatore  argentino classe 1987, in forza all'Inter Miami di David Beckham, è sul podio dei giocatori più pagati nel campionato americano: stando a quanto riporta il sito della MLS Player Association, il numero 9 è terzo in questa speciale classifica con 5 milioni e 793 mila dollari guadagnati a stagione, preceduto solo da Javier Hernandez, che ne guadagna 6 di all'anno e Carlos Vela, primo per guadagni con 6,3 milioni di dollari di ingaggio a stagione.

 Esultanza di gruppo della Juve al termine del match

Anche un altro ex giocatore della Juventus oggi in forza al Lione, Mattia De Sciglio, ha parlato dei bianconeri: "Sono molto contento di come sta andando il prestito al Lione, ma per esserlo ancora di più dobbiamo scavalcare il Monaco al terzo posto per fare i preliminari di Champions. Quando a ottobre mi hanno proposto di venire qui avevo qualche dubbio, ma in poco tempo mi sono ricreduto e oggi mi sento di dare un 8 pieno a quest'esperienza. A Lione ho trovato un grande club e non è un caso che l'anno scorso hanno fatto fuori dalla Champions prima noi e poi il City. Un ritorno alla Juve? A me piacerebbe rimanere qui, mi trovo molto bene sia in campo che fuori; in alternativa, vorrei continuare all'estero, magari in Premier League: quello inglese è un campionato affascinante, ho sempre avuto un debole per il Chelsea. Vedere la Juve al quinto posto è una sensazione strana. Mi dispiace soprattutto per i miei ex compagni, perché il livello della rosa è molto alto e non per stare lì sotto. Da fuori è difficile capire il motivo, ma credo che rispetto agli anni scorsi sia mancata la voglia di lottare su ogni campo. Una stagione difficile dopo nove scudetti di fila può capitare, tutti i cicli sono destinati a finire e quello della Juve è stato straordinario".