Ghirelli: “Episodio Rafia dimostra che bisogna far crescere i giovani talenti. La Juve vince da nove anni perché…”

Il presidente della Lega Pro ha parlato

di redazionejuvenews
Ghirelli

TORINO – Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, ha parlato delle squadre Under 23 attraverso una nota, sfruttando la scia Rafia, giocatore bianconero che ha segnato nella serata di Coppa Italia di ieri: “L’esperienza della Juventus con Hamza Rafia dimostra che c’è bisogno di far crescere i giovani talenti. Essendo come ho detto un presidente pro tempore e, oggi, un presidente di transizione posso permettermi di parlare, ancor più di ieri, senza remore o mediazioni. Transizione? È il ruolo di chi vuol spingere un processo di riforme e innovazioni per consegnare il testimone ad un gruppo dirigente giovane. Il calcio è ad un bivio tra competitività e arretramento. Ad oggi prevale il secondo aspetto, ma il primo emergerà se chi governa avrà coraggio.  Noi siamo la lega che vuol formare talenti, per le nazionali italiane, per le squadre di serie A e B, per patrimonializzare i club. Ieri si gioca in Coppa Italia, al 14° minuto del primo tempo supplementare un giovane calciatore, Hamza Rafia della Juventus, segna il goal di qualificazione contro il Genoa. Domenica Rafia aveva giocato in serie C, contro la Carrarese, ed aveva segnato. La Juventus ha fatto giocare Portanova, Dragusin e Wesley, in panchina c’erano Frabotta, ormai stabile in serie A, ed altri tre calciatori giovani della squadra di Serie C. Federico Cherubini, qualche tempo fa aveva dichiarato: “Formiamo giocatori per il bilancio”, vero?

Rafia
2019-2020, Kwang-Song Han ceduto all’Al Duhail; Pereira al Barcellona; Mota Carvalho al Monza; 2020-2021, Mavididi al Montpellier; Pablo Moreno Taboada al Manchester City; Muratori all’Atalanta. Le nazionali chi fanno giocare della Juventus Under 23? Under 21 sei giocatori; Under 20 sette giocatori; Under 19 quattro giocatori. Vediamo le presenze in prima squadra: nel campionato 2018-19 sei calciatori per 10 presenze; 2019-2020 sei giocatori per quattordici presenze; 2020-2021 tre giocatori per diciotto presenze. Aggiungo due titolari stabili, Frabotta e Portanova. Iniziamo: seconde squadre in serie C. Un processo monco, sbagliato per come è stato fatto partire, condizionato anche dagli interessi di procuratori e mediatori. Si preferisce mantenere le vecchie forme di organizzazione attraverso “i prestiti”. Il progetto valorizza i giovani calciatori? Prima di rispondere faccio una provocazione terribile, perché la Juventus di Andrea Agnelli vince nove scudetti di seguito? Francesco, non puoi collegare al fatto che sia l’unico club che abbia una seconda squadra iscritta al campionato di Serie C. E, invece, oso dire che questo fatto non è elemento secondario poiché dimostra che la Juventus è capace di cogliere le opportunità che si presentano e lo fa subito, nel momento in cui si presentano. Con ciò valorizza i suoi calciatori giovani mettendoli alla prova in un campionato competitivo. Ha un progetto che prevede la valorizzazione sul mercato internazionale e nazionale. Patrimonializza e da giocatori alla nazionale. La mia è una chiara, esplicita, evidente provocazione“. >>> E intanto, parlando di mercato, ci sono 11 nomi nei sogni di Pirlo per una formazione totalmente nuova, ecco come sarebbe! <<<

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy