JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Galeone: “Juve-Atalanta spareggio Champions. Pensavo Allegri sistemasse le cose prima”

Massimiliano Allegri

L'ex allenatore ed ex calciatore ha parlato della partita in programma domani pomeriggio allo Stadium

redazionejuvenews

La Juventus deve mettersi alle spalle la brutta sconfitta subita contro il Chelsea in Champions League, e per farlo ha l'opportunità di rituffarsi nel campionato. I bianconeri sono infatti attesi domani dalla delicata sfida contro l'Atalanta, in programma tra le mura amiche dell'AllianzStadium. Una partita che chiuderà una settimana complicata, che ha visto la Vecchia Signora vincere allo Stadio Olimpico contro la Lazio, e perdere contro il Chelsea in Champions League. L'ex allenatore GiovanniGaleone, che nella sua carriera ha allenato sia Massimiliano Allegri che Gian Piero Gasperini, ha parlato intervistato dai microfoni de La Gazzetta dello Sport, ai quali ha presentato la partita.

"Sono stati i miei due capitani e sì, com’erano allora rispecchia come sono adesso. Piero era molto attento, maniaco, pestifero, anche 'rompipalle' e permaloso, ma uno dei migliori che abbia mai avuto tatticamente. Era perfetto nel leggere le partite, regolare, quadrato. Gli mancava solo la giocata negli ultimi metri, ma ha rimediato adesso: la sua Atalanta le fa eccome, in velocità. Max aveva più tecnica e visione. E pure lui bravo tatticamente. Con entrambi facevo una cosa: li mettevo in campo in una certa posizione, ma gli dicevo 'cambia pure, se te lo senti, poi io ti dico se va bene'. Di solito andava bene. Vedevano i punti di difficoltà degli avversari, sapevano impostare la gara".

"Questa partita è quasi uno spareggio Champions. Allegri lo stanno attaccando, ma ha accettato una sfida difficile: la Juve arriva da un quarto posto e ha perso 30 gol di Ronaldo. Pensavo che sistemasse prima le cose, ma oggi la rosa di Gasperini è più coerente, più facile da mettere in campo. La Juve ha Chiesa, Kulusevski, Cuadrado e Dybala che stanno tutti a destra e si danno testate, non ha un difensore sinistro a parte Chiellini, nessun regista: la squadra non l’ha fatta Max. L’Atalanta è europea, ha perso un po’ in difesa con Romero ma ha una squadra che sa ciò che deve fare: Piero gli ha inculcato bene la sua filosofia. Non hanno mai paura".