JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Ferrara: “Juventus fuori dai giochi per lo Scudetto, dovrebbe pensare alla Champions”

Ciro Ferrara

L'ex difensore bianconero e della nazionale italiana ha parlato del momento della Juventus e del campionato di calcio di Serie A, con i bianconeri che stanno rimontando la testa della classifica

redazionejuvenews

L'ex difensore della Juventus Ciro Ferrara ha parlato intervistato dai microfoni de Il Mattino, ai quali ha parlato della Juventus e della Serie A, con un occhio alla sfida per la vittoria finale dello Scudetto: "La Juventus è fuori dai giochi per lo scudetto. Ci sono stati dei momenti chiave nella stagione dei bianconeri. Dopo la sconfitta interna contro il Sassuolo dissi la mia: la Juve è fuori dal giro scudetto. Troppe le squadre da rimontare. Non c’è una sola formazione in fuga alla quale dover riprendere dieci o dodici punti. Ce ne sono quattro e Allegri dovrebbe rosicchiare la stessa quantità di punti a ognuna, parliamo quasi di 40 punti. La Juventus potrebbe fare un pensierino alla Champions".

"Quelle sopra sono tutte e quattro sullo stesso livello e con identiche chance di vincere lo scudettoFinora abbiamo assistito a tutto e al contrario di tutto. Nel senso che un po’ il Napoli e un po’ il Milan hanno provato a scappare all’inizio ma le altre squadre sono rimaste incollate. Sei o sette punti di distacco a inizio stagione sono poca roba, Inter e Atalanta lo hanno dimostrato.  Il Napoli, nonostante l’assenza di cinque pedine essenziali, ha tenuto testa all’Atalanta che forse è la squadra più in forma del momento. Il Napoli, quel che restava della squadra titolare, mi ha lasciato un’ottima impressione. A Spalletti è mancata in pochi giorni l’ossatura principale: Koulibaly in difesa, Anguissa e Fabian Ruiz a centrocampo, Osimhen e Insigne in attacco".

"Sono quasi certo che il Napoli e le altre tre manterranno l’equilibrio di adesso almeno fino in primavera, che resta sempre il periodo decisivo per giocarsi la vittoria finale del campionato. Ci può stare perdere una partita, o anche due, perché anche le rivali prima o poi avranno battute a vuoto, così come prima del Napoli è inciampato il Milan".