JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Fenucci gela la Juventus: “Arnautovic per noi è incedibile”

Fenucci gela la Juventus: “Arnautovic per noi è incedibile” - immagine 1
Claudio Fenucci, dirigente del Bologna, ha analizzato la situazione relativa a Marko Arnautovic, attaccante dei rossoblù.

redazionejuvenews

Claudio Fenucci, dirigente del Bologna, ha rilasciato delle dichiarazioni in conferenza stampa, toccando diversi temi. Ecco le sue parole su Arnautovic, attaccante dei felsinei nel mirino della Juventus: "Arnautovic è stato un investimento importante perché dovrà caratterizzare il Bologna dei prossimi anni, è il punto centrale del progetto tecnico, riconfermo quello detto tempo fa, per noi è incedibile. Al momento la base della squadra c'è, è completa, l'anno scorso è mancata la continuità dei risultati, cercheremo di completarla ma i tempi non sono decisi solo da noi, il calcio italiano sta uscendo da una crisi finanziaria importante. Molti giocatori importanti infatti non stanno trovando un contratto, oltre ai mancati rinnovi dei tanti giocatori in scadenza. Prepariamoci per bene, ma gli obiettivi restano quelli prefissati dal presidente e stabiliti insieme, le operazione che dobbiamo chiudere sul mercato speriamo di portarle a termine. Sul mercato investe solo la Premier che ha risorse, tutto il resto vive una situazione di criticità. Le risorse che arriveranno dall'Inghilterra ci aiuteranno a fare qualcosa in entrata, ma anche l'anno prossimo avremo bisogno di risorse dal nostro azionista perché la rosa è comunque costosa in termini di stipendi, poiché vogliamo migliorare il livello del club".

Su Svanberg: "Noi vorremmo evitare di avere giocatori con la scadenza di contratto ad un anno, come nel caso Svanberg. È una tendenza in atto dal tempo della legge Bosman che ha spostato a favore dei calciatori i rapporti di forza fra club e calciatori. Vanno pensati dei cambiamenti a livello comunitario. Chi non vuole rinnovare quindi ora è destinato a finire sul mercato".

Su Orsolini: "Deciderà anche il settore tecnico in base al modulo, se torneremo a giocare con i tre attaccanti. in tal caso Barrow e Orso non si muovono. Noi vogliamo alzare il livello in una Serie A che sarà difficile. Dobbiamo migliorare e guardare in alto. Sarà una sfida per tutti noi. La risposta dovrà arrivare quest'anno. Vogliamo partire forte visto il campionato anomalo, le 15 partite iniziali di corsa".