JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Ds Cremonese: “Per Zanimacchia manca solo l’ufficialità, è un patrimonio”

Ds Cremonese: “Per Zanimacchia manca solo l’ufficialità, è un patrimonio” - immagine 1
Oggi si è svolta la conferenza stampa della direzione sportivo del club grigiorosso, neopromosso in Serie A, in cui si è parlato dell'affare.

redazionejuvenews

In questa estate rovente di calciomercato, la Juventussta lavorando molto in entrata per rinforzare la rosa e dare a Massimiliano Allegri una squadra in grado di tornare a competere e soprattutto a vincere. Ma se da una parte ci sono questi nuovi arrivi, come quelli di Angel Di Maria e Paul Pogba, dall'altra ci sono le uscite. In particolare ci sono diversi giovani di proprietà da piazzare. Uno di questi era  Luca Zanimacchia, attaccante classe '98. Il giocatore ha fatto bene nella scorsa stagione con la Cremonese, neopromossa in Serie A, tanto da essere stato preso a titolo definitivo dal club. L'ormai ex bianconero è stato tra gli argomenti della conferenza stampa di oggi della direzione sportiva grigiorossa.

Questi gli estratti dal sito ufficiale: "In mattinata il direttore sportivo della Cremonese Simone Giacchetta e il consulente Ariedo Braida hanno incontrato i giornalisti nella conferenza stampa di inizio stagione.  “Inizia la stagione sportiva 2022/23, ed essere in Serie A TIM è una grande gratificazione che vogliamo condividere con tutti – ha esordito il direttore sportivo Giacchetta della Cremonese, che ha poi sottolineato -: abbiamo calciatori che hanno fatto molto bene in Serie B e saranno valutati dallo staff tecnico. Da una parte dovremo integrare questo gruppo e dall’altra sarà necessario sfoltirlo. Saranno scelte umanamente dolorose ma necessarie”.

Addentrandosi nel merito di alcune situazioni Giacchetta ha osservato: Quella che ha per protagonista Zanimacchia è un’operazione che abbiamo portato a termine con la Juventus, aspettiamo solo l’ufficialità. È un giocatore che fa parte della nostra rosa in Serie A e sarà un nostro patrimonio. Per gli attaccanti, invece, sarà un mercato a parte: ce ne sono pochi disponibili. Dovremo valutare le opportunità che ci verranno offerte. Dobbiamo cercare il profilo giusto, e dovrà trattarsi di un elemento che venga qui con qualità e motivazioni. La squadra partirà per il ritiro il 20 e vorremmo dare altri giocatori al Mister prima di quella data. Non è facile coniugare tante situazioni in breve tempo, servirà portare pazienza, ma questo lo sapevamo”".