De Paola: “Il biennio di Allegri è stato assolutamente deludente”

Paolo De Paola, giornalista, ha detto la sua sulla stagione della Juventus, parlando anche di Allegri, Spalletti e Giuntoli.

Paolo De Paola, giornalista, ha detto la sua a Sportitalia sulla stagione della Juventus e sul possibile arrivo di Giuntoli: “Due allenatori fanno molto discutere: Spalletti e Allegri. Il primo sembrava ormai avviato a un rinnovo (via Pec) con il Napoli, il secondo ha un contratto pesantissimo di altri due anni con la Juve. Invece è tutto in discussione con la clamorosa ipotesi del binomio Giuntoli-Spalletti alla Juve. Si saprà di più dopo la sentenza sulle plusvalenze di domani 22 maggio.

E mentre è facile ipotizzare un divorzio (comunque complesso) con Giuntoli, più difficile il discorso con l’allenatore. Fra “ali da non tarpare” e “stivali da indossare” è tutto un botta e risposta che non lascia presagire nulla di buono nonostante cene e colloqui serrati. È evidente che il presidente del Napoli abbia un’alternativa, così come è evidente che Spalletti non abbia molta voglia di restare se non a condizioni chiare e difficili da ottenere. Dall’altra parte c’è una Juve che aspetta di sapere dalla giustizia sportiva il proprio destino nella prossima stagione.

Condizione importante per capire come chiudere il rapporto con Allegri, assolutamente deludente nelle due stagioni (zero titoli) e con un contratto da circa trenta milioni lordi ancora in bilico. Alla Juve piacerebbe il binomio Giuntoli-Spalletti perché sa costruire in fretta e a costi ragionevoli. Si dovranno riportare alla Continassa metodi di lavoro e un nuovo stile che possa rilanciare la Juve a quei livelli che, sia in Italia che in Europa, sono stati occupati da altri club. La Juve è indietro e continuare con Allegri la porterebbe ancora più indietro”.