JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Collauto (ds Venezia): “Juve? Fino a pochi anni fa gare così le guardavamo in tv”

Juventus

Il direttore sportivo del Venezia ha parlato

redazionejuvenews

Mattia Collauto, direttore sportivo del Venezia, ha parlato in conferenza stampa in vista del match di domani contro la Juventus: "Ogni punto per noi è vita e dev'essere così, perché è frutto del lavoro fatto fino ad adesso, se il Venezia avesse qualche punto in più nessuno potrebbe dire nulla, ma il bottino è quello e servirà qualche vittoria su campi insperati per riuscire ad arrivare all'obiettivo finale cioè la salvezza in Serie A che sogniamo tutti. Abbiamo perso punti importanti in casa quindi andranno presi altrove. Già sabato dovremo provarci con la Juventus, fino a pochi anni fa gare così le guardavamo in tv, quindi stringiamoci attorno alla squadra e tentiamo l'impresa contro una grandissima squadra.

Mercato? Stiamo facendo della valutazioni, ma prima arriviamo a gennaio, ci sono ancora tre partite che sono importanti, dopo faremo riflessioni su ciò che potrebbe servire. Penso intanto ai ragazzi che ci sono e che da qui alla fine possono darci soddisfazioni sul campo, poi a gennaio vedremo, ci sarà un mese di tempo, noi contiamo di lavorare con questo gruppo, non possiamo ora perdere energie pensando a gennaio. Non possiamo permetterci di disperdere energie, se siamo anche solo al 99% con la testa sul campo perdiamo, dobbiamo essere totalmente concentrati sul campo e dare sempre il massimo.

Ipotesi salvezza già da ora? No, non sto guardando la classifica, ci sono troppi punti ancora a disposizione e dietro di noi ci sono squadre attrezzate per fare filotti come il Genoa e il Cagliari, così come ci sono squadre sopra che possono avere un momento di flessione negativa. Noi dobbiamo solo abbassare alla testa e lavorare senza pensare alla classifica, non ci dovevamo illudere tre giornate fa e non ci dobbiamo abbattere adesso. Questa classifica probabilmente non se la sarebbe aspettata nessuno, ma è anche vero che ci manca qualche punto. Dobbiamo solo lavorare, se meriteremo alla fine saremo premiati".