Conte: “Chiesa è un ottimo giocatore, potrebbe giocare per un club importante in Inghilterra”

L'ex tecnico della Juve ha parlato
Federico Chiesa

[fncvideo id=669432 autoplay=true] Antonio Conte, ex allenatore di Juventus, Chelsea e Inter, ha parlato ai microfoni del Telegraph circa la finale di Wembley tra Italia e Inghilterra elogiando anche un bianconero, Federico Chiesa: “È forte nell’uno contro uno, ha buone qualità con il sinistro e con il destro, è bravo tecnicamente ed è anche forte fisicamente. È un ottimo giocatore e sicuramente potrebbe giocare per una squadra importante anche in Inghilterra. È forte anche fisicamente. Bonucci e Chiellini? Sono due difensori centrali fantastici. In questo momento e in questi Europei sono i migliori difensori. Chiellini sa benissimo che la sua carriera finirà tra qualche anno e per questo ora è sempre concentrato. Sa che questa potrebbe essere l’ultima occasione importante della sua carriera per vincere con la Nazionale. Penso che insieme a Leo siano i difensori più forti degli Europei. Hanno l’esperienza giusta per affrontare questo tipo di partite e la giusta personalità”.

“Barella? Nicolò è un giocatore che solo due anni fa giocava nel Cagliari, una squadra di medie dimensioni. Negli ultimi due anni è migliorato molto all’Inter. Ha una grande energia e può correre tanto quanto la maggior parte dei giocatori può fare in due partite. Immobile? È stato criticato dai media italiani, ma quello che penso io in realtà è che faccia bene alla squadra mettendo pressione ai difensori centrali. È dotato di un buono scatto, è sempre pronto ad attaccare la profondità, in special modo con la linea difensiva alta. L’Inghilterra dovrebbe fare tanta attenzione perché credo sia arrabbiato delle tante critiche subite e con la Lazio ha fatto molti gol. Per Harry Kane, all’inizio del torneo, valeva lo stesso discorso perché non aveva fatto gol per tre partite. Immobile rimane importante per l’Italia. Marco Verratti e Jorginho sono molto bravi con la palla tra i piedi, ma se li paragoniamo a Barella non hanno la sua stessa forza. Penso che il centrocampo dell’Italia sia molto completo con loro tre in campo”.