JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Chelsea-Juventus: i mattatori della sfida a Londra

LONDON, ENGLAND - OCTOBER 26: A general view inside the stadium as players from both side's take a knee in support of the Black Lives Matter movement prior to the Carabao Cup Round of 16 match between Chelsea and Southampton at Stamford Bridge on October 26, 2021 in London, England. (Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

Nuovo scontro questa sera tra i bianconeri e il club londinese, che nel tempo hanno avuto tanti incroci

redazionejuvenews

La Juventus è attesa questa sera dalla partita contro il Chelsea, in programma allo Stamford Bridge. Attraverso il loro sito internet, i bianconeri hanno ripercorso le sfide del passato e i mattatori di quelle partite.

"L'ultimo Chelsea-Juventus si è giocato il 19 settembre 2012 e – a differenza di quello di martedì sera – inaugurò la fase a gironi della Champions League. A Londra i bianconeri si presentarono con la seguente formazione: Buffon in porta; difesa a 3 con Barzagli, Bonucci e Chiellini; Lichtsteiner e Asamoah sugli esterni, Pirlo in cabina di regia, Vidal e Marchisiointerni di centrocampo; in attacco, la coppia iniziale è formata da Giovinco e Vucinic.

UN PAREGGIO GIUSTO

Leonardo Bonucci contro Fernando Torres. É uno dei tanti duelli che caratterizzano una gara vibrante. Il campo dice che il verdetto finale di parità è ampiamente giustificato da quanto si vede: ai padroni di casa non basta una maggiore supremazia territoriale. Rispetto ai Blues, i bianconeri giocano lo stesso numero di palloni nell'area avversaria e vanno anche maggiormente alla conclusione.

L'URLO DI BUFFON

L'urlo di Buffon nel momento più difficile della partita. Attorno alla mezzora, la sfida si mette in salita per la Juve, colpita da un micidiale uno-due. Il brasiliano Oscar segna con due conclusioni da fuori: nella prima una deviazione di Bonucci mette fuori causa il portiere; nella seconda c'è poco da fare, il tiro va a infilarsi dove non è proprio possibile arrivare.

IL SINISTRO DI VIDAL

La Juve si rialza prima che si vada al riposo. Marchisio offre un pallone a Vidal, che stoppa di destro e dal limite inventa il punto del 2-1 con l'altro piede. Il cileno zoppica, ha ricevuto poco prima una botta, ma questo non basta per inibirlo. La rete “salva” il primo tempo della squadra, che sullo 0-0 ha avuto due buone opportunitàtrovando gli spazi nella difesa del Chelsea.

LA MOSSA DALLA PANCHINA

A cambiare il corso della gara è la mossa finale che arriva dalla panchina. A un quarto d'ora dal termine arriva l'avvicendamento tra Giovinco e Quagliarella. Pochi minuti e Fabio si trova a tu per tu con Cech su un'azione perfettamente lineare, con assistenza finale di Marchisio. Un gol che traduce perfettamente le capacità di pensare e agire in verticale della Juventus.

ABBRACCI E RIMPIANTI

Il 2-2 soddisfa la Juve, che dimostra di essere all'altezza di un competere contro la squadra campione d'Europa in carica, mentre i bianconeri tornano in Champions League dopo 3 anni di assenza. Eppure, non manca il rimpianto per una possibile vittoria, sfumata per un nonnulla: dopo il gol del pareggio, Quagliarella prova a sorprendere Cech con una conclusione improvvisa che va ad infrangersi sulla traversa." (Juventus.com)