JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Champions League: Allegri segue il sorteggio… sulla neve

Massimiliano Allegri

Il tecnico della Juventus ha conosciuto l'avversaria degli ottavi di finale della Champions League che la Juventus giocherà a febbraio e marzo sulla neve

redazionejuvenews

La Juventus è attesa dalle ultime due giornate dell'anno, che la vedranno giocare contro il Bologna nel tardo pomeriggio di sabato, e poi contro il Cagliari, nell'ultima giornata dell'anno e del girone di andata. Un girone, quello della squadra bianconera, sotto le aspettative, con la squadra che si trova a 8 punti dal quarto posto occupato dal Napoli. Con il nuovo anno servirà un drastico cambio di rotta, con i bianconeri che sono attesi da un gennaio complicatissimo, che vedrà anche la squadra di Allegri impegnata nella Supercoppa Italiana.

A febbraio poi inizierà la ChampionsLeague, con la Juventus che ieri ha conosciuto l'avversaria degli ottavi di finale. Nel doppio confronto in programma tra febbraio e marzo, i bianconeri scenderanno in campo contro il Villareal, prima in Spagna e poi a Torino, per due partite che la squadra di Massimiliano Allegri dovrà vincere per andare avanti nella competizione. Sorteggio, quello di ieri, ripetuto per un errore, e che la prima volta aveva messo i bianconeri di fronte allo Sporting Lisbona.

Il tecnico dei bianconeri Massimiliano Allegri, ha accolto con stupore la ripetizione del sorteggio, e lo ha seguito da una location particolare. L'allenatore della Juventus è stato infatti avvistato, come riportato da TorinoToday, sulle piste del Sestriere, a pochi chilometri da Torino, in giacca rigorosamente bianconera. In una giornata di riposo per la squadra, che è tornata a lavoro oggi, Allegri si è concesso un po' di relax sulle piste, anche se i tifosi non sembrano aver gradito troppo: dopo le ultime prestazioni e la posizione in classifica, i supporter bianconeri hanno visto di cattivo occhio la presenza di Allegri sulle piste, che a detta loro dovrebbe tenere alta la tensione del gruppo in vista delle due ultime fondamentali partite dell'anno, che la Juventus dovrà vincere per forza per non perdere altro terreno dalla testa.