news

Cabrini: “La Juve è solo al 30% del suo potenziale, ma c’è molto da fare”

Juventus

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, la leggenda della Juventus Antonio Cabrini ha analizzato la situazione in casa bianconera

redazionejuvenews

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, la leggenda della Juventus Antonio Cabrini ha analizzato la situazione in casa bianconera: “La Juve ha ricominciato a fare punti, ma credo che Allegri si aspetti qualcosa in più. Lui vuole vedere una crescita della squadra, al di là dei risultati. Secondo me si è visto soltanto un 30% del suo potenziale. La squadra deve tornare a dettare le regole, e per farlo deve crescere in tutti i reparti. Solo così può diventare competitiva, sia in campionato che in Champions. Ho visto passi avanti nella gestione della partita e nella tenuta mentale, non ha più avuto quei cali di tensione che sono stati il grande problema dell’avvio di stagione. A livello di singoli, Chiesa sta facendo la differenza. Poi, come anche Allegri ripete spesso, la Juve deve crescere ancora molto: deve alzare l’asticella e recuperare punti in classifica. In attesa che i giovani maturino”.

Le 4 vittorie consecutive hanno senz’altro dato morale - Ha continuato l'ex difensore -, sono state una bella iniezione di fiducia. E sono la conferma che anche la costruzione della manovra sta migliorando, da un punto di vista tecnico, tattico e della mentalità. La ritrovata solidità difensiva ne è conseguenza: mantenere la porta inviolata non dipende solo dalla difesa, ma da tutti i reparti. Il problema non era fisico ma mentale e ora chela Juve sta ritrovando la giusta mentalità subisce anche meno gol”.

Chiosa finale sulla panchina, in grado di cambiare radicalmente il corso di un match:Un punto di forza è senz’altro la panchina: la Juve ha quasi una doppia squadra e quindi è importante che Max possa sfruttare al meglio questo vantaggio. Un messaggio che mi pare sia stato colto visto che ultimamente chi è subentrato a gara in corso ha fatto in pieno il suo dovere. Nelle ultime gare sono arrivati buoni segnali, sta ritrovando la giusta mentalità”.