news

Brambati: “La stagione della Juventus è negativa, anche per la società”

Calciomercato Juventus, Brambati sgancia due notizie bomba.

Massimo Brambati, procuratore, ha analizzato la stagione della Juventus, con un cenno anche ad Andrea Agnelli.

redazionejuvenews

Massimo Brambati, procuratore, ha rilasciato delle dichiarazioni a TMW Radio, parlando della stagione della Juventus. Ecco le sue parole: "Devo ricordare che alla Juventus sono andati via allenatori che hanno vinto Scudetti, Coppe Italia e Supercoppe. Do un giudizio negativo all'annata della Juventus, gli darei un 5 in ogni caso. La Coppa Italia nella stagione della Juve non sposta nulla. Spostano il campionato o la semifinale di Champions, anche i quarti. Do un voto anche alla società, che ha sostituito in maniera inadeguata Ronaldo. Sei rimasto troppo impreparato. E' una insufficienza che va divisa con la società. Il rinforzo Vlahovic è arrivato troppo tardi ed è stato anche sfruttato male."

Sul voto ad Agnelli: "5 o 4,5. Anche perché ha avuto l'opportunità di riportarsi a casa Conte invece ha pensato a se stesso. Doveva fare l'interesse della Juve e non lo ha fatto. Lo ha perso prima facendolo andare all'Inter, poi ha avuto l'altra occasione dopo che è andato via all'Inter. Alla Juve serviva ricostruire e serviva uno come Conte, non Allegri."

Sul Napoli e l'Inter: "Credo che tra persone civili si debba portare la barca in porto. Non gli è stato chiesto lo Scudetto al primo anno, poi però le cose si sono messe così bene che si poteva sognare di arrivare all'obiettivo. Era un'occasione più unica che rara che non è stata sfruttata. L'obiettivo primario era centrare la Champions, strada facendo si è pensato che potesse vincerlo. A Marotta ricorderei che non hanno 90 anni Conte, Allegri e Ancelotti. Sette anni fa, Allegri già aveva vinto qualcosa e pure Conte. E' già un filo in ritardo. Sono le vittorie che parleranno. Ha tirato fuori gente che ha vinto tanto, ma ha fatto bene a dire così ora. In questo momento doveva dare un segnale di incoraggiamento a Inzaghi, che sicuramente ha fatto qualche errore ma è un bravissimo allenatore. Non ha ancora perso lo Scudetto, visto il campionato può succedere ancora di tutto."