Ballotta sull’obiettivo Juve: “Deve ancora dimostrare tanto”

L'ex portiere è intervenuto ai microfoni di TMW Radio, dove ha trattato vari argomenti, dai portieri italiani, alla scomparsa di Mihajlovic
Marco Ballotta

Marco Ballotta è intervenuto ai microfoni di TMW Radio, dove ha parlato di vari argomenti. L’opinione sui portieri italiani, tra cui Vicario, obiettivo della Juventus: Meret per me può dare tanto. Era stato destabilizzato dal possibile arrivo di Navas, invece si è estraniato da tutto e sta dimostrando il suo valore. Lui, con Donnarumma, è il portiere giusto della Nazionale. Vicario e Provedel devono ancora dimostrare tanto, ma c’è bisogno di continuità.

Poi un ricordo di Mihajlovic: Il venerdì dedicavamo del tempo alle punizioni. Si arrabbiava anche un po’ perché io mi spostavo prima. Era serioso, ma anche in grado di scherzare. Non era il burlone della situazione, ma aveva un’ironia tagliente. Difficilmente te la faceva passare liscia se andavi a toccare la sua persona. Lascia molto, nel periodo in cui la malattia era aggressiva era lui a dare conforto al Bologna. Lui ne aveva bisogno. Ne ho visti pochi e non sono frasi fatte. Ha dato un esempio importante a molti nel non lasciarsi andare.

Dopo due Mondiali mancati, non ci sono state rivoluzioni ai vertici: “E’ giusto che il risultato non sia così importante. Abbiamo vinto un Europeo con una squadra che ha bisogno comunque di cambiamenti. Ci deve essere un progetto a lungo termine, perché alla fine sono due calci di rigore sbagliati che ci hanno estromesso dal Mondiale. Secondo me Mancini sta lavorando con coraggio, perché al momento non abbiamo grandi campioni.