JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Juve, ora Arthur è un problema che ostacola il mercato

Juve, ora Arthur è un problema che ostacola il mercato - immagine 1
Il brasiliano, che non partirà con il resto della squadra per la tournée americana a causa di un infortunio, è fuori dal progetto tecnico.

redazionejuvenews

Il mercato della Juventusè in continua evoluzione e ora la dirigenza bianconera, dopo gli ingaggi di Angel Di Maria e Paul Pogba e l'acquisto di Andrea Cambiaso dal Genoa, sta valutando le prossime mosse. Ma le entrate dipenderanno anche dalle uscite. E se da una parte c'è in ballo l'affare De Ligt, che potrebbe portare nella casse del club quasi 100 milioni, dall'altra ci sono giocatori che non rientrano più nel progetto tecnico, ma che non sono facili da piazzare. Uno di questi è Arthur. Il brasiliano in questi giorni ha subito un infortunio e salterà la tournée americana. In queste settimane quindi la società lavorerà per risolvere la questione prima del ritorno in Italia della squadra.

Il brasiliano, arrivato dal Barcellona nel 2020 nello scambio con Pjanic, non è mai riuscito ad ambientarsi in bianconero. Diversi problemi fisici e caratteristiche tattiche non adatte alla squadra non hanno mai fatto sbocciare l'amore con il centrocampista brasiliano. Lo stesso Arthur si è convinto ad andare via ed era pronto a farlo già nel gennaio scorso, ma non sono maturate le condizioni. Il giocatore ha uno stipendio importante, da 7 milioni, che non rispecchia il contributo dato in campo. Ingaggio che è anche un ostacolo per la sua cessione, perché alla portata di pochi club.

Un altro grande problema è la valutazione del giocatore di 72 milioni più 10 di bonus: questo vuol dire che il peso a bilancio di Arthur è ancora di 43 milioni, cifra a cui la Juve dovrebbe venderlo per non fare minusvalenza. Ma un'offerta del genere difficilmente arriverà: per questo l'idea della società è quella di mandare il centrocampista in prestito per ammortizzare il suo peso a bilancio per un altro anno, magari in Premier League, visto che l'Arsenal a gennaio si era interessato a lui. Un'altra opzione potrebbe essere un ritorno al Barcellona, per cui il brasiliano potrebbe anche ridursi l'ingaggio. Se invece la Juve non riuscisse a cederlo, sarebbe costretta a pensare all'uscita non preventivata di un altro centrocampista tra Zakaria, McKennie e Rabiot.