news

Altafini: “Pirlo sta faticando molto, ma ha anche tante assenze. Ronaldo fatica un po’ nei big match”

MILAN, ITALY - DECEMBER 15:  Jose Altafini attends the Serie A match between AC Milan and US Sassuolo at Stadio Giuseppe Meazza on December 15, 2019 in Milan, Italy.  (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Altafini ha parlato

redazionejuvenews

TORINO - José Altafini ha parlato ai microfoni del QS circa l'imminente sfida di Supercoppa italiana tra Juventus e Napoli a Reggio Emilia. Queste le sue parole prima della tanto attesa finale di questa sera al Mapei Stadium tra bianconeri e azzurri: "Che Juve mi aspetto in Supercoppa? Dipende molto da come i bianconeri sapranno reagire alla lezione presa contro l'Inter, anche perché dall'altra parte troveranno un Napoli col coltello tra i denti. Questa, come ogni finale, è una sfida che tutti vogliono vincere. Ma attenzione, sarà solo un pasticcino, un assaggio del vero piatto forte: il recupero di campionato. Stasera, certo, c'è in palio un trofeo, ma non sarà determinante per il resto della stagione. La gara rinviata invece sì, perché può cambiare volto alla classifica di entrambe. Pirlo? Per il momento sta faticando molto, non è riuscito a incidere, però vanno riconosciute anche le molte assenze pesanti: giocatori importantissimi come De Ligt, Alex Sandro, Cuadrado. Quest'ultimo poi è determinante nell'impianto tattico. Critiche a Ronaldo? Io vedo che lui negli ultimi anni è devastante con le squadre piccole, ma fatica un po' nei big match. Non credo sia dovuto all'età, fisicamente sta bene. Semplicemente lui è come Eusebio o Batisuta, usa molto la forza, gioca sulla potenza: se scende quella, cala il rendimento. Non è tecnico come Messi, Maradona o Pelè".

I giocatori della Juventus esultano per uno dei gol contro il Genoa in Coppa Italia

Poi ancora: "Gattuso? Parliamo di un tecnico che ha preso una squadra già formata da 2-3 anni. A volte sbaglia, altre fa bene: è un bravo allenatore, un grande motivatore, ma non un fenomeno. Tatticamente lascia ancora a desiderare. Potrebbe anche essere la notte di Insigne. Sta facendo grandi cose e penso a come sorriderà Mancini: tra il napoletano, Barella, Bastoni, Calabria, sta lievitando un’Italia davvero fortissima". >>> E intanto, parlando di mercato, ci sono 11 nomi nei sogni di Pirlo per una formazione totalmente nuova, ecco come sarebbe! <<<

Potresti esserti perso