JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Allegri: “Sapevo ci sarebbe voluta pazienza, domani è una partita complicata”

Massimiliano Allegri

Il tecnico della Juventus presenta in conferenza la partita in programma domani alle 18:30 contro la Roma nella cornice dello Stadio Olimpico

redazionejuvenews

La Juventus è attesa domani dalla seconda giornata del girone di ritorno del campionato di Serie A, che la metterà di fronte alla Roma di Josè Mourinho. Una partita complicata, che il tecnico dei bianconeri Massimiliano Allegri presenta in conferenza dalla sala stampa dell'Allianz Stadium. 

ROMA - "Domani è sempre Roma-Juventus, una partita complicata visite le ottime individualità della Roma. Mourinho poi preparerà la partita al meglio e noi dovremo giocare bene con agonismo e tecnica".

SQUALIFICA - "Ci sta ma sono cose che capitano e non ci sta bisogno di commentarla".

DYBALA - "Valuterò oggi la squadra, ci saranno dei cambi, veniamo da una settimana di duro lavoro che forse magari ci ha condizionato con il Napoli e che ci ritroveremo più avanti. Oggi valuterò e deciderò".

FORMAZIONE - "Dipende dalle condizioni dei giocatori, devo verificare Paulo, Chiesa, Bernardeschi che ha giocato tanto. Abbiamo fuori Alex Sandro, sono tornati Chiellini, Kaio e Pellegrini ma non stanno molto bene. Dobbiamo arrangiarci anche con un occhio alle altre partite. Domani saranno importanti i cambi, ma l'importante è avere lo spirito giusto per uscire con un bel risultato da Roma".

NAPOLI - "Ci aspettavamo di vincere, abbiamo fatto cose buon e meno buon, dobbiamo migliore la qualità dei passaggi, che va migliorata molto. Stiamo crescendo, gennaio è un mese importante per gli scontri diretti. Stiamo recuperando alcuni giocatori, da lunedì avremo anche Danilo, Paulo sta rientrando come Chiellini. Tra 15 giorni avrò tutti a disposizione perchè anche dopo abbiamo tante partite. La squadra ha fatto buone cose, abbiamo preso gol in modo sciocco perchè dovevamo essere più aggressivi nella nostra metà campo e sfruttare meglio alcune situazioni in attacco".

MOURINHO - "Io sono venuto qui sapendo che era un anno dove bisognava iniziare a cambiare la squadra per cercare nel giro di uno o due anni di tornare a competere per lo Scudetto. Ovviamente potevamo fare meglio ma è una crescita di esperienza della squadra, perchè è normale che chi ha meno esperienza di vincere e di giocare tante partite le paga. La Roma è a tre punti da noi, la Serie A non è facile e Mourinho sta facendo un buon lavoro. I miracoli poi non li fa nessuno, c'è tanto lavoro da fare, la squadra migliora nella fase realizzativa e nella gestione della palla. Ci sono cose anche buone, ma ci vuole pazienza e lo sapevo e questo non mi spaventa. Tutti vorremmo vincere e lottare per lo Scudetto ma ci sono momenti nel calcio in cui devi saper costruire per poi ritrovarti a lottare".

ARTHUR - "È in una buona condizione, ma non credo abbia 90minuti nelle gambe. Sarà un cambio importante".

LAVORO - "L'obiettivo è entrare nelle prime quattro, poi abbiamo la Supercoppa e la Champions, la Coppa Italia. Poi dobbiamo crescere per fare esperienza, per capire i momenti della partita, e per farlo dobbiamo giocare e andare avanti. Noi siamo indietro ma direi che, oltre all'Inter, ce la possiamo giocare con le altre anche se siamo un po' indietro. Vediamo dove saremo dopo questi scontri diretti".

KHEDIRA - "Sami non parla mai a caso, ogni giocatore ha sua caratteristiche di gioco, i giocatori di grande esperienza che avevamo prima sono diversi da quelli di ora. Bisogna lavorare con questi e cercare di migliorare, i giocatori sono gli uni diversi dagli altri e per questo ci sono i cicli, dove per anni vinci e altri dove vedi lavorare per iniziare a vincere".

CUADRADO - "Cuadrado gioca nonostante la diffida, visto che Pellegrini non ha 90 minuti nelle gambe ed è rientrato da soli due giorni".