JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Allegri: “Non possiamo permetterci un altro passo falso in casa”

Massimiliano Allegri

Il tecnico dei bianconeri presenta l'ultima sfida dell'anno in programma contro il Cagliari tra le mura amiche dell'Allianz Stadium con fischio d'inizio domani alle 20:45

redazionejuvenews

La Juventus è attesa domani dall'ultima partita del girone di andata del campionato italiano di Serie A, che la vedrà ospitare il Cagliari all'Allianz Stadium. Il tecnico dei bianconeri Massimiliano Allegri, presenta la sfida in conferenza, dalla sala stampa dell'impianto bianconero.

CAGLIARI - "La partita è delicata perché qualcuno potrebbe già pensare alle vacanze, invece la cosa importate è la partita di domani. Il Cagliari, come valori tecnici, non merita la classifica che ha, perchè ha valori importanti, soprattutto tra i loro attaccanti. A metà campo ha giocatori bravi, anche sugli esterni. Se pensiamo che domani sarà facile perché hanno perso l'ultima in casa 0-4, o hanno perso altre partite prima, sbagliamo. Loro hanno valori tecnici che non rispecchiano la classifica e bisognerà fare una partita di grande attenzione, aggredendoli subito, perchè non possiamo permetterci un altro passo falso in casa".

INDISPONIBILI - "Avrò a dissezione gli stessi per Bologna. Domani valuterò per la formazione, anche perchè ho Cuadrado diffidato. Domani mattina valuterò questo e il centrocampo, cercando di trovare tre centrocampisti che partano dall'inizio e tre che finiscano la partita, anche perchè vanno tenuti i ritmi alti in tutta la partita".

JUVENTUS - "Cerchiamo di vincere domani per preparaci al meglio per gennaio e febbraio. Poi a fine febbraio potremo dire se saremo ancora in corsa per i primi quattro posti, ma in questi due mesi avremo molto da fare e ci giocheremo la stagione, anche se domani si getteranno le basi per quei mesi. La vittoria di Bologna ci ha spronato, e anche domani dovremo continuare a migliorare per non vanificare quanto fatto contro i rossoblu".

DE LIGT - "Raiola ha parlato di un nuovo passo per De Ligt? Sarà quello di fare gol domani. Poi io posso dire che lui sta crescendo, a Bologna ha fatto grandi interventi. A 22 anni può solo che crescere, ma come lui anche gli altri giovani in rosa. Tutti hanno la possibilità di crescere, che deve essere l'obiettivo. Sul mercato poi chi vivrà vedrà".

BILANCI - "L'ottimismo c'è anche nei momenti di difficoltà. Ora abbiamo questa posizione di classifica perchè abbiamo perso tanti punti, ora dobbiamo continuare a lavorare sull'aspetto realizzativo e caratteriale. Sono contento per quanto fatto a Bologna ma domani è una paratia diversa, anche a livello psicologico: ci sono le vacanze, il Cagliari viene da dire brutte sconfitte e noi dobbiamo rispettarli e aggredire la partita per 95 minuti. Vediamo domani se vincendo arriviamo a 34 punti, poi è normale che siamo indietro, ma ora possiamo solo cercare di vincere più partite possibili, magari facendo un filotto che ci può aiutare a risolvere la classifica".

DYBALA - "Paulo ha lavorato da solo, prendersi un rischio domani e non averlo a gennaio non avrebbe senso. Quindi lui, Danilo, Chiesa e Chiellini il 30 saranno con la squadra, Danilo un po' più indietro, ma gli altri ci saranno tutti".

PUBBLICO - "Sono stati molto vicini anche nei momenti di difficoltà ma dobbiamo essere noi a trascinarli. Domani ci sarà bisogno di loro perchè è una partita importante".

MIGLIORARE - "Con i se del mercato non si va da nessuna parte. Arrivabene e io abbiamo parlato della rosa, e bisogna lavorare per migliorare la squadra e ogni giocatore singolarmente. Abbiamo cinque mesi per farlo e dobbiamo essere concentrati su questo".

RINNOVO DYBALA - "So che la dirigenza si è vista con Antun gli scorsi giorni, ma non so quali siano gli sviluppi. È Sun contratto importante, c'è stata un'investitura su Paulo e per questo ci vuole tempo".

LAVORO - "Io mi trovo bene. È divertente costruire, sono tornato più giovane. Ho giocatori completamente diversi da quelli avuti nei cinque anni precedenti. Al Milan mi era successo al terzo anno, c'è bisogno di lavorare e fare. Abbiamo lavorato bene settimana scorsa, piano piano un pezzettino alla volta miglioreremo. Già negli allenamenti si vede più fiducia, e quello che facciamo lì si vede anche in campo".

KEAN - "Domani dovrebbe giocare, sono soddisfatto di quanto fatto a livello caratteriale a Bologna. SI è messo a disposizione e sono contento, ma lo sono anche di tutti gli altri, della loro voglia di migliorare in tutti i campi e per recuperare punti in classifica".

SCADENZE - "Nessun giocatore è condizionato da niente, nessuno ha preso decisioni ora su chi rimane o chi va via. C'è tempo e modo per sviluppare il prossimo anno, poi non credo ci saranno comunque problemi su niente".