LE PAGELLE di Crotone-Juve: Dani Alves irritante, Pjaca a due facce

LE PAGELLE di Crotone-Juve: Dani Alves irritante, Pjaca a due facce

Bene la coppia centrale, Rincon non convince alla prima da titolare

di redazionejuvenews
Marko Pjaca

TORINO – La Juve batte 2-0 il Crotone all’Ezio Scida e allunga in classifica, andando a +7 sulla Roma e a +9 sul Napoli di Maurizio Sarri. A decidere sono i gol di Mandzukic e Higuain, tra i migliori insieme alla coppia centrale, mentre delude Dani Alves e Pjaca riscatta un primo tempo incolore con una ripresa di personalità. Di seguito le pagelle della redazione di juvenews.eu:

BUFFON s.v. – Mai impegnato, mai una parata degna di nota. Il Crotone fa solo fase difensiva e il portierone bianconero si limita a un paio di interventi di routine.

DANI ALVES 4.5 – A spingere, spinge. Ciò che dà fastidio però è la sufficienza con cui fa le giocate, come il cross al quinto minuto con cui la Juve può sbloccare subito una partita complicata. Serve un altro atteggiamento, indipendentemente dalla condizione fisica.

BONUCCI 6.5 – L’unico pericolo del Crotone è Falcinelli, insieme a Rugani lo controlla alla grande e non concede alcuna palla gol ai pitagorici.

RUGANI 6.5 – Conferma ancora una volta la sua crescita, facendo capire come sia pronto per diventare un assoluto protagonista di questa Juve.

ASAMOAH 6 – La Juve gioca più a destra che a sinistra, nel primo tempo un paio di errori in gestione palla fanno infuriare Allegri, nella ripresa il suo inserimento sul cross da destra permette a Mandzukic di sbloccare la partita.

RINCON 6 – In una partita dove si domina nel possesso palla, l’ex Genoa fa fatica a mostrare le sue doti. Il venezuelano, alla prima da titolare, non convince al massimo e la coppia con Khedira è quantomeno da rivedere. Mezzo voto in più per l’ottimo assist a Higuain con cui il Pipita chiude la partita.

KHEDIRA 6 – Ha più libertà d’inserimento visto che Rincon copre le sue spalle, ma in fase di impostazione manca qualità al centrocampo bianconero e il tedesco dovrebbe fare di più.

PJACA 6 – L’emozione c’è e si vede, la prima da titolare con la maglia della Juve non è facile per nessuno. Timido e impacciato nel primo tempo, alterna giocate di classe a errori banali che ne condizionano il rendimento. Nella ripresa cambia faccia, aggredisce la partita e crea un paio di occasioni prima del gol di Mandzukic.

DYBALA 6 – Abbastanza discontinuo nell’arco della partita, Dybala è comunque il principale pericolo per il Crotone nei primi 45 minuti, prima con l’azione creata a destra e sciupata da Dani Alves, poi con il sinistro al volo sul bel duetto con Higuain. Nella ripresa, spostato a destra, accende poco la luce.

MANDZUKIC 6.5 – Appare più in difficoltà rispetto alle ultime uscite, ma alla fine è lui ad archiviare la pratica Crotone. Il croato segna da attaccante vero dopo esser stato spostato al fianco di Higuain nella ripresa.

HIGUAIN 6.5 – Ci prova il Pipita, ma arrivano pochi palloni e non è mai troppo pericoloso dalle parti di Cordaz. Un paio di tentativi e di combinazioni con i compagni di reparto, sfrutta al meglio il primo pallone di qualità che gli arriva da Rincon, fa sedere Cordaz e accorcia in classifica marcatori raggiungendo Mertens, a meno uno da Dzeko.

PJANIC 6.5 – Entra e si vede, la manovra della Juve acquista in velocità e qualità. Colpisce una traversa clamorosa a cinque minuti dalla fine che poteva essere la ciliegina sulla torta.

BARZAGLI s.v. – Bello il cross per la traversa di Pjanic, ordinaria amministrazione per il resto nei quindici minuti giocati dal difensore italiano.

ALLEGRI 6 – Una Juve “sufficiente”, nell’atteggiamento e nel risultato. Si aspettavano qualcosa di più i tanti tifosi bianconeri all’Ezio Scida in quanto a spettacolo, ma arrivano vittoria e fuga in classifica, con 7 punti di vantaggio sulla Roma e 9 sul Napoli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy