Merih Demiral si presenta: “Una fortuna per me essere qui, voglio conquistarmi presto una maglia da titolare e su Chiellini…”

Merih Demiral si presenta: “Una fortuna per me essere qui, voglio conquistarmi presto una maglia da titolare e su Chiellini…”

Il neo acquisto bianconero si presenta alla stampa nel pomeriggio di oggi.

di redazionejuvenews

TORINO – Dopo un turbolento arrivo alla Juventus e voci di mercato che non si sono spente nemmeno al suo approdo alla Continassa, finalmente ecco che Merih Demiral si presenta alla stampa.

14:52 – Terminata la conferenza stampa di Merih Demiral.

SU EMRE CAN – Parliamo la stessa lingua e abbiamo la stessa cultura. Vorrei ringraziarlo pubblicamente per l’aiuto che mi sta dando nel capire tante cose e nell’ambientarmi con tutto il gruppo.

SUL PARAGONE CON MONTERO – Certo sì, ho sentito tante notizie riguardo a Montero e ho visto alcuni suoi video. Essere paragonato a lui è un onore per me ed è anche per questo che non vedo l’ora di scendere in campo e dimostrare ai tifosi quanto io sia forte. Sul mio massimo impegno non dovete avere dubbi. Il solo fatto di giocare con il mio idolo, Chiellini, mi dà tantissimi stimoli.

SU SARRI – Si occupa molto dell’aspetto difensivo della squadra e questo per me è molto importante. Lavorare con lui significa lavorare al meglio e migliorare tutti quelli che sono i miei punti deboli. Sono sicuro che il mister vorrà da me il massimo impegno.

SUGLI OBIETTIVI – La Juventus inizia ogni stagione con l’obiettivo di vincere tutto. Sono sicuro che quest’anno succederanno grandi cose, ho visto grande determinazione in tutto il gruppo e sono sicuro che faremo bene.

SUL MERCATO – Non mi interessa. Sì ho sentito che Paratici ha detto che sono stato il calciatore per cui ha ricevuto più offerta, ma ripeto, la cosa non mi riguarda. Darò solo il massimo per la Juventus e per onorare il fatto che stiano avendo fiducia in me.

SUL RUOLO – Il fatto di essere arrivato al Sassuolo all’inizio della stagione mi ha dato possibilità di fare già esperienza con il campionato italiano e posso dire di essermi già fatto le ossa. L’Italia è il miglior paese dove imparare a difendere e voglio crescere sia dal punto di vista tattico che tecnico nella posizione da difensore.

SULL’ESPERIENZA IN PORTOGALLO – Sono riuscito a trasferirmi a 18 anni in Portogallo, quindi in Europa. L’Europa era tra i miei obiettivi sin dall’inizio e sono contento di esserci arrivato presto e ancor di più oggi di aver trovato casa nella Juventus.

SULLA DIFESA DELLA JUVE – Con me giocano i migliori difensori del mondo. Per me è un onore essere anche solo vicino a loro. Spero nel più breve tempo possibile di vestire la casacca della Juve e di guadagnarmi una maglia da titolare.

QUANDO ERI PICCOLO  – Da piccolo giocavo più avanzato e sulla sinistra. All’età di 11-12 anni il mio mister mi ha spostato in difesa. Avere la possibilità poi di giocare con calciatori che seguivo da piccolo è bellissimo. Chiellini e Bonucci mi stanno molto vicini nell’ambientamento. Spero di riuscire ad acquisire esperienza dalla loro esperienza.

SULL’ESSERE IL PRIMO GIOCATORE TURCO ALLA JUVE – Essere il primo per me può essere solo un onore. Voglio essere un modello per i miei giovani connazionali. Allenarmi con giocatori così forti come quelli della Juventus e vorrei dimostrare a tutti che lavorando duramente si riescono a raggiungere obiettivi importantissimi, proprio come ho fatto io.

SULLE PRIME IMPRESSIONI – Sapevo che la Juventus era un team fantastico, ma vedere gli impianti di allenamento mi ha impressionato moltissimo. Darò il meglio per rimanere in questo club il più a lungo possibile.

SUI TIFOSI – Quando scendo in campo do sempre il massimo e questo penso sia apprezzato dai tifosi. Voglio accrescere il mio stato di forma per convincere e soddisfare ancor di più i tifosi della mia presenza qui.

SULLE SUE PRESTAZIONI – Per arrivare qui ho fatto molti sforzi, ma non sono e non voglio che mi definiscano una sorpresa. Tutto è basato sul mio lavoro. Nonostante ciò non nego che essere qui è un sogno che si avvera.

SULL’AMBIENTE JUVE – Io  sono molto contento di essere qui alla Juventus. So che questo è un club importantissimo, essere qui è una fortuna e spero di riuscire ad adattarmi nel più breve tempo possibile alla nuova squadra e al nuovo ambiente. E intanto, proprio poco fa, è arrivata un’altra grossa novità di mercato. Finalmente ci siamo, si sblocca il maxi affare e arriva anche l’annuncio: “Tutto confermato, si chiude!” >>>VAI ALLA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy