Juventus-Spal, le pagelle di Angelo Di Livio: brillano Pjanic e de Ligt

Juventus-Spal, le pagelle di Angelo Di Livio: brillano Pjanic e de Ligt

Le pagelle di Angelo Di Livio dopo Juventus-Spal

di redazionejuvenews
Le pagelle di Angelo Di Livio

(a cura di Angelo Di Livio)

TORINO – La Juventus porta a casa una vittoria di misura contro la Spal. Il risultato va stretto ai bianconeri, che creano numerose occasioni senza riuscire a concretizzarle. Alla Juve manca un pizzico di cattiveria, con la Spal che viene salvata spesso da uno strabiliante Berisha.

BUFFON 6: Partita vissuta prevalentemente da spettatore. La Spal non crea mai occasioni in grado di impensierirlo.

CUADRADO 6: Meglio da ala che da terzino, ma sopperisce all’emergenza in maniera positiva.

BONUCCI 6,5: Punto di riferimento fondamentale sull’asse centrale e spesso anche sulle palle inattive. Non sbaglia praticamente nulla…

DE LIGT 7: Commette sempre meno errori senza limitarsi nelle giocate di personalità, sta facendo sempre più suo il calcio italiano.

MATUIDI 6: Sarri gli chiede gli straordinari da terzino e il francese non si tira indietro. Leggermente impreciso quando si tratta di offendere in quel ruolo, ma solidissimo in copertura.

KHEDIRA 6,5: Un miracolo di Berisha gli nega il gol, ma la sua grande lucidità permette a Pjanic di colpire e sbloccare il risultato. (Dal 60′ Emre Can 6: entra tra gli applausi dello Stadium e non fa rimpiangere Khedira nell’ultima mezz’ora)

PJANIC 7: Le gare da 150 palloni toccati stanno cominciando ad arrivare. Tra questi arriva anche la pennellata vincente che sblocca il match e regala il vantaggio alla Juve.

RABIOT 5,5: Gli manca ancora l’intensità giusta per incidere. Quella fisicità, potenzialmente devastante, andrebbe sfruttata diversamente. (Dal 77′ Bentancur s.v.)

RAMSEY 6: Si muove tra le linee, preferisce l’inserimento ai classici movimenti da trequartista. È uno dei pochi ad aver licenza di sbagliare e non ha paura di farlo, c’è il suo zampino in ogni azione pericolosa della Juventus. (Dal 65′ Bernardeschi 6: Dopo il gol del raddoppio il ritmo si abbassa e tenta qualche strappo dei suoi)

DYBALA 6: Nell’attacco mobile è quello che si muove di più, agisce più da rifinitore che da prima punta al fianco di CR7. Anche a lui viene negato il gol da uno straordinario Berisha.

RONALDO 7: Spesso si trova ad occupare l’area da solo. A tratti imprendibile per la difesa ferrarese, Berisha gli nega la gioia del gol più volte, ma alla fine si arrende al colpo di testa del portoghese. Ma attenzione perché, in queste ultime ore, è arrivata un’indiscrezione di mercato che ha veramente del clamoroso. Richiesta totalmente folle: Paratici se la ride! >>>VAI ALLA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy