ESCLUSIVA – ALTOBELLI: “Milinkovic lo prenderei ieri”. Su Juve-Inter a porte chiuse…

ESCLUSIVA – ALTOBELLI: “Milinkovic lo prenderei ieri”. Su Juve-Inter a porte chiuse…

L’ex attaccante di Juve e Inter ha rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva alla nostra redazione

di redazionejuvenews
Spillo Altobelli

di Fabio Marzano

TORINO – Dopo una settimana di attese e di rinvii, finalmente il campionato di calcio riparte da dove era stato interrotto, ma con la disputa di tutte le partite a porte chiuse, almeno fino al 3 aprile, salvo nuovo ordinamento. Ad analizzare quello che sta succedendo in Italia è stato l’ex attaccante di Juve e Inter Spillo Altobelli che, si è poi soffermato anche sul big match dell’Allianz.

Cosa pensi del caso Coronavirus, è favorevole alla disputa delle gare a porte chiuse?

“Per quanto riguarda la mia opinione sul virus, lascio parlare gli esperti e rispetto quello che loro dicono. Io penso che in questo momento abbiamo perso anche un pò di tempo, perche se lo facevamo prima non eravamo cosi in ritardo con le partite, si sarebbe gia giocato a porte chiuse ed oggi staremmo parlando di altro. Io penso che la decisione di giocare a porte chiuse, bisognava prenderla prima”. 

Ti è mai capitato di giocare un match a porte chiuse?

Ti racconto questo aneddoto. Non ho mai giocato a porte chiuse, però è capitato un anno, non ricordo se 81 o 82, fu Roma-Inter di Coppa Italia all’andata e fini 4-1. Il ritorno si giocò a San Siro mi sembra il 31 dicembre e ci avevano portato in ritiro dalla domenica fino al mercoledì che dovevamo giocare la partita e dentro di noi pensavamo: “Ma questo è pazzo, abbiamo perso 4-1, cosa andiamo a fare in ritiro la domenica sera se dobbiamo giocare il mercoledi”, eravamo molto arrabbiati. Siamo arrivati allo stadio il 31 dicembre e non c’erano neanche le nostre famiglie alle quali avevamo regalato i biglietti, per il freddo che faceva. Abbiamo giocato quella partita praticamente a porte chiuse, vincemmo 3-0 con due gol miei e uno di Beccalossi, poi vincemmo la Coppa Italia”. 

Quanto potrebbe influire l’assenza del pubblico  su un match come Juve-Inter?

Tutti i giocatori si concentrano e si preparano sul match gia da diverse settimane prima, quando entri in campo non pensi piu alla gente, sei solo tu e l’altra squadra. Non senti se c’è gente, vedi solo gli avversari davanti a te, devi sempre preparare le partite in base a chi devi incontrare, essere preparato per affrontare una grande partita”.

Chi è la favorita tra Juve ed Inter?

Se andiamo a guardare bene, la Juve vince da 8 campionati di seguito, va 4 volte in finale di Coppa Italia, 2 in finale di Champions, è vero che il gap si è accorciato ma la Juve è sempre la favorita. Alla Juve ti puoi avvicinare ma è difficile raggiungerla”. 

Crede nella vittoria della Lazio?

La Lazio è diventata una realtà del calcio italiano. Ha battuto la Juve, ha vinto la coppa contro la Juve, non perde da piu di 20 giornate e ha perso solo contro Inter e Spal quest’anno. Questo ti da l’idea che è una squadra forte, giocano da parecchi anni insieme, hanno 3 o 4 campioni che non hanno mai venduto. Quando si parla di Lazio si parla di realtà, una realtà che vediamo ogni domenica”. 

Pensa nella riconferma di Sarri, o crede nell’arrivo di qualcun’altro?

“Secondo me dipende molto dalla stagione. E’ logico, se la Juve cambia Allegri che ha vinto e stravinto, perche i tifosi non erano molto soddisfatti e ora a distanza di 6 mesi non mi sembra che lo siano altrettanto, è chiaro che bisogna aspettare il termine della stagione per tirare le somme e capire se potrà arrivare un altro allenatore”.

Tra Zidane e Guardiola chi preferiresti?

“Zidane è una continuità. Ha avuto una carriera da calciatore alla Juve, lo conoscono ed è stimato da tutti. A Madrid anche da allenatore ha fatto la storia quindi credo che sarebbe una grande scelta. Guardiola è uno dei migliori allenatori del mondo, lo dimostrano tutti i trofei che ha vinto e il modo in cui fa giocare le squadre. Credo che la Juve chiunque dei due scelga, ottenga il massimo”. 

Crede nel passaggio del turno della Juve in Champions?

“Io penso che la Juve ha il 60/70% di probabilità di passare il turno. La Juve in casa, con CR7, con Dybala, con Costa, è in grado di fare 3 o 4 gol. Abbiamo visto che la Juve quando deve fare la partita la fa, quando deve fare 3 gol li fa, c’è da aspettarsi una Juve che va a 1000”. 

Se dovesse prendere qualcuno chi prenderebbe?

” C’è da vedere la Juve dove può intervenire. Se a fine stagione la squadra recupera tutti gli infortunati, deve far partire qualcuno perche alla Juve arrivano solo campioni e per farli arrivare bisogna farne partire altri. Milinkovic lo prenderei ieri, anche Luis Alberto non è mica da buttare, sono due che a centrocampo fanno la differenza, io li vorrei entrambi nella mia squadra”. 

Ringraziamo gentilmente Spillo Altobelli per la sua disponibilità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy