TRABZONSPOR- LO SAPETE CHE HA RICEVUTO UN TRATTAMENTO DIVERSO RISPETTO ALLA JUVENTUS? ECCO PERCHE’…

TRABZONSPOR- LO SAPETE CHE HA RICEVUTO UN TRATTAMENTO DIVERSO RISPETTO ALLA JUVENTUS? ECCO PERCHE’…

TORINO – Trabzonspor, un nome una garanzia, verrebbe da dire, un nome che per qualcuno ricorda la Trebisonda, che non dovranno perdere i bianconeri, ma per qualcun altro riporta alla luce un caso molto particolare di gestione che va raccontato, proprio oggi che ci sarà la sentenza del processo Calciopoli,…

TORINO – Trabzonspor, un nome una garanzia, verrebbe da dire, un nome che per qualcuno ricorda la Trebisonda, che non dovranno perdere i bianconeri, ma per qualcun altro riporta alla luce un caso molto particolare di gestione che va raccontato, proprio oggi che ci sarà la sentenza del processo Calciopoli, casi della vita, non vi pare?

2011:  Forse il campionato Turco non sarà il più bello del mondo, ma sicuramente i dirigenti della Federazione di calcio turca dimostrano di essere molto più lungimiranti, attenti e furbi dei pari ruolo italiani.

Come molti sanno, o forse no il calcio turco è stato  sconvolto da uno scandalo molto grave, molto più grave di quello italiano. Riassumiamo: sotto indagine il Fenerbahce, il suo presidente la figura storica, Aziz Yildirim, in carica dal lontano 1998,  Sekip Mosturoglu e Nevzat Saka, rispettivamente numeri due dello stesso Fenerbahce e del Trabzonspor e molti giocatori come Umit Karan, Emmanuel Emenike e Sezer Ozturk. Tutti indagati con circa venti incontri il cui risultato potevano essere frutto di una combine. In questo caso, a differenza dello scandalo presunto di Farsopoli, erano state individuate partite, coinvolti giocatori e non solo. Squadre “top” del campionato oltre al Fenerbahce, Besiktas e Trabzonspor con ventisei indagati sono stati messi in custodia cautelare in carcere.

Una differenza chiara, molto netta, rispetto al caso italiano. Un caso, questo, molto più grave con la Federazione turca attentissima però a scoprire responsabilità e ruoli. La Federcalcio turca fece slittare la partenza del massimo torneo nazionale turco e alla fine nessuna squadra fu retrocessa dopo attente analisi e processi. 

Ci chiediamo una cosa: ma la federazione italiana nel 2006 non avrebbe potuto fare la stessa cosa? Ci chiediamo come mai dobbiamo guardare alla federazione turca per scoprire un esempio di diversa gestione…soprattutto oggi che spuntano telefonate imbarazzanti.

Se nel 2006 si fosse fatto quello che si fa ora in Turchia, oggi non saremmo qui a parlare ancora dello scandalo. Purtroppo non è stato fatto e le conseguenze “piaccia o non piaccia” sono sotto gli occhi di tutti. E’ stato fatto un processo sommario, giacobino e dato uno scudetto una tantum a chi non lo meritava. Purtroppo nel 2006 sono stati fatti errori gravi di valutazione e ora qualcuno dovrà pagare, soprattutto chi nel 2006 decise di non fermare il calcio, ma decise solo di colpire la Juventus. Il calcio nel 2006 andava fermato, nel 2011 la Turchia l’ha capito, l’Italia no…

Curioso che il destino riproponga presto proprio con sorteggio Trabzonspor-Juventus, forse in molti non lo sanno, ma i turchi hanno ricevuto accuse peggiori, ma un trattamento migliore, forse la Federazione Turca conta di più di qualcun altro.

(fonte tuttojuve.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy