MERCATO – Shock in casa Juve – Conte: “Non volevo cedere Matri”

MERCATO – Shock in casa Juve – Conte: “Non volevo cedere Matri”

TORINO – Ieri, durante la conferenza stampa, Antonio Conte non ha usato mezze misure perlanciare messaggi alla società, rea di aver indebolito la squadra e rinforzato le rivali. Il tecnico bianconero ci è andato giu duro. Ecco come si è espresso riguardo la cessione di MAtri al Milan: Un giudizio…

TORINO – Ieri, durante la conferenza stampa, Antonio Conte non ha usato mezze misure perlanciare messaggi alla società, rea di aver indebolito la squadra e rinforzato le rivali.  Il tecnico bianconero ci è andato giu duro. Ecco come si è espresso riguardo la cessione di MAtri al Milan:

Un giudizio sulla cessione di Matri? Si aspetta altre novità di mercato nei prossimi giorni?

“A livello tecnico la cessione di Matri, come quella di Giaccherini, non era prevista. Matri, negli ultimi due anni, è stato colui che ha segnato più gol, ma in un momento economico come quello attuale, si è costretti a vendere se c’è un’ offerta. E’ arrivata una proposta per Giaccherini e siamo stati costretti a cederlo; lo stesso è accaduto con Matri: dobbiamo rientrare dei 20 milioni spesi per Tevez, Llorente ed Ogbonna.

Bisogna capire le difficoltà, noi stiamo facendo un puzzle: se aggiungi dei pezzi, ma ne levi altri, è sempre più difficile, ma un allenatore deve saper convivere con queste situazioni. Voi continuate a dire che il divario tra noi e le altre è aumentato: questo mi lascia perplesso, perché cedendo Giaccherini e Matri ci siamo indeboliti, abbiamo perso due elementi che hanno contribuito agli ultimi successi. Io non ho avallato alcuna decisione, anzi, le ho subìte, ma è giusto che un allenatore accetti le decisioni della società”.

 

CLICCA QUI PER LA CONFERENZA STAMPA

 

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy