WhatsApp, nuovi indizi sull’arrivo delle chiamate vocali

WhatsApp, nuovi indizi sull’arrivo delle chiamate vocali

La prossima rivoluzione del client di messaggistica istantanea WhatsApp potrebbe essere un passo più vicina alla realtà: un altro indizio dell’imminente arrivo delle chiamate vocali, annunciato a febbraio dalla compagnia, ma ancora latitante, è stato avvistato nella nuova versione dell’app apparsa in Rete. Il sito olandese Androidworld.nl ha spulciato l’ultima…

La prossima rivoluzione del client di messaggistica istantanea WhatsApp potrebbe essere un passo più vicina alla realtà: un altro indizio dell’imminente arrivo delle chiamate vocali, annunciato a febbraio dalla compagnia, ma ancora latitante, è stato avvistato nella nuova versione dell’app apparsa in Rete. Il sito olandese Androidworld.nl ha spulciato l’ultima release disponibile sul sito del servizio, trovando nel codice del programma alcune informazioni interessanti sulla nuova funzionalità in arrivo.

 

Non è la prima volta che un’analisi di questo tipo aiuta a conoscere in anticipo le caratteristiche future di un’app, e per esperienza è bene notare una cosa: il fatto che sia stata rinvenuta qualche stringa di prova in un pacchetto di installazione già disponibile non vuol dire necessariamente che le chiamate vocali arriveranno su WhatsApp già dalla prossima versione. La direzione però è quella, e gli sviluppatori ci stanno lavorando abbastanza intensamente. Gli ultimi indizi raccolti dal sito olandese evidenziano come l’aggiornamento in questione permetterà di utilizzare auricolari Bluetooth, registrare le conversazioni in corso e rifiutare le chiamate rispondendo con un messaggio preimpostato. Altri dati raccolti come immagini e informazioni sul layout delle schermate hanno permesso alla testata online di azzardare un’ipotesi su come potrebbe presentarsi l’interfaccia, mentre resta difficile prevedere se tutte le caratteristiche intraviste all’interno del codice di test vedranno effettivamente la luce nella release definitiva. Come difficile resta capire se davvero la funzione è così attesa dagli utenti: in fondo, app per chiamate VoIP ce ne sono ormai a decine, mentre il successo di WhatsApp è tutto nello scambio di messaggi immediati – spesso in sostituzione degli SMS.

Wired.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy