Vergona in curva sud (foto)

Vergona in curva sud (foto)

A due settimane di distanza dai fatti dello Juventus Stadium e con il Bayern Monaco alle porte, la Roma ritorna al successo con un netto 3 a 0 ai danni del malcapitato Chievo Verona. Dopo la rabbia del post Juve, con giornate condite da interviste al veleno, dichiarazioni forti e…

A due settimane di distanza dai fatti dello Juventus Stadium e con il Bayern Monaco alle porte, la Roma ritorna al successo con un netto 3 a 0 ai danni del malcapitato Chievo Verona. Dopo la rabbia del post Juve, con giornate condite da interviste al veleno, dichiarazioni forti e ricordi di storie viste e riviste, la Roma reagisce da grande squadra. Nell’anticipo delle 18,00 di ieri, i giallorossi annichiliscono i clivensi in appena un tempo di gioco, andando a segno con tutto il tridente offensivo. Prima Destro, poi il ritrovato Ljajic, ed infine il rigore del capitano, Francesco Totti. Già, stavolta il rigore è uno, ed è a favore dei capitolini. Tutto lo stadio al momento dell’assegnazione del rigore da parte del sig. Calvarese, fischia ironicamente la scelta dell’arbitro di Teramo. Fischi per il contatto dubbio? No, più semplicemente, il penalty assegnato senza esitazione, rappresenta agli occhi dei tifosi giallorossi il più classico dei “contentini” da parte della classe arbitrale dopo la direzione di gara subita dal sig. Rocchi in Juventus-Roma. 

 

Poco dopo in Curva Sud spunta uno striscione con su scritto “Rigore per la Juve”, accompagnato da tanti piccoli cartoncini con scritto “Rigore” e da l’immagine di un arbitro con la sciarpa della squadra bianconera. Il pubblico giallorosso ha così voluto far sentire la propria voce in modo ironico dopo i torti di Torino. Ma a differenza di due settimane fa, Garcia può sorridere. La Roma è tornata al successo, la Juventus (dopo il pari di Reggio Emilia) è a -1 e l’infermeria giallorossa si sta pian piano svuotando. Bene i rientranti Astori e De Rossi che durano 90’. Ma la grande notizia per il tecnico francese è che Kevin Strootman sta tornando. L’olandese, infortunatosi sette mesi fa a Napoli, in settimana si è allenato con il resto del gruppo tornando anche a lavorare con il pallone. Non sarà facile per Garcia scegliere una gerarchia a centrocampo : in questa Roma tutti sono titolari. Ci vorrà comunque ancora qualche settimana per rivedere il guerriero arancione in campo. Sicuramente Strootman avrebbe voluto giocare martedì contro il Bayern. Oltre all’importanza e al fascino della partita, che non ha bisogno di presentazioni, la Roma ritroverà per la prima volta da avversario il “traditore” Mehdi Benatia. Dopo l’infinita telenovela estiva, il fato ha voluto che il centrale difensivo marocchino tornasse dopo poche settimane dal suo addio a Roma, sta volta da nemico. L’olimpico è pronto e, da quello che trapela in città tra social e radio, l’accoglienza dovrebbe essere molto “calorosa”. (lultimaribattuta.it)

Juvenews.eu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy