Tensione in casa Milan. Litigio tra Cerci e Inzaghi

Tensione in casa Milan. Litigio tra Cerci e Inzaghi

MILANO – Alta tensione in casa Milan fra Filippo Inzaghi e Alessio Cerci, come se la stagione dei rossoneri non fosse già abbastanza ricca di problemi e difficoltà. L’attaccante è stato il rinforzo richiesto con maggiore insistenza da Inzaghi, ma dopo solo un paio di mesi è già entrato in…

MILANO – Alta tensione in casa Milan fra Filippo Inzaghi e Alessio Cerci, come se la stagione dei rossoneri non fosse già abbastanza ricca di problemi e difficoltà. L’attaccante è stato il rinforzo richiesto con maggiore insistenza da Inzaghi, ma dopo solo un paio di mesi è già entrato in rotta con l’allenatore che lo ha mandato in panchina nelle ultime due giornate di campionato. Il malcontento di Cerci, che a gennaio si è trasferito in prestito dall’Atletico Madrid preferendo il Milan all’Inter, è sfociato quando domenica scorsa è entrato in campo a tre minuti dalla fine della partita vinta contro il Cesena. Al termine, negli spogliatoi, l’attaccante si sarebbe scagliato contro Inzaghi lamentandosi del trattamento e fra i due la discussione avrebbe raggiunto toni piuttosto alti. A evitare lo scontro sarebbe intervenuto l’ad rossonero Adriano Galliani.

 

Dal Milan non arriva alcun commento sull’episodio, considerato un fatto interno allo spogliatoio. Secondo alcune indiscrezioni Inzaghi e Cerci si sarebbero chiariti, ma spesso certi episodi lasciano il segno ed è molto probabile che l’attaccante cominci dalla panchina anche la partita di sabato contro il Chievo e la sua avventura rossonera (come d’altronde quella dell’allenatore) potrebbe finire a giugno, molto prima del previsto.

Corrieredellosport.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy