Suor Cristina canta Like a Virgin

Suor Cristina canta Like a Virgin

«La scelta di Like a Virgin vuole essere testimonianza della capacità che Dio ha di far nuove tutte le cose! Lo interpreto come il “tocco di Dio”, quando mi ha chiamata ad una vita nuova, restituendomi la purezza, la dignità di essere Figlia Amata da Lui. E da lì la…

«La scelta di Like a Virgin vuole essere testimonianza della capacità che Dio ha di far nuove tutte le cose! Lo interpreto come il “tocco di Dio”, quando mi ha chiamata ad una vita nuova, restituendomi la purezza, la dignità di essere Figlia Amata da Lui. E da lì la mia sequela fino alla fine dei giorni!». Questa è la presentazione di Suor Cristina per il suo primo singolo, Like a Virgin, che non sarà più lo stesso brano: la provocatoria hit di Madonna del 1984 è appena stata trasformata in una sorta di inno religioso. 

 

Trent’anni dopo, Suor Cristina Scuccia esce con il primo singolo dell’album in arrivo (a novembre): si tratta proprio diLike a Virgin, accompagnato da un videoclip (nella gallery sopra, le immagini) pubblicato nello stesso giorno, lunedì 20 ottobre.
 Il brano pop-dance di Madonna è stato adattato in una ballata lenta (all’ascolto pare anche ci siano state pesanti correzioni alla voce quasi irriconoscibile della suora cantante): così, ecco Suor Cristina che intona le parole che appena trent’anni fa suonavano scandalose sulle labbra provocatrici di Madonna, che si aggirava per Venezia vestita da sposa.
 In comune con la nuova versione è rimasta proprio l’ambientazione del videoclip (firmato da Marco Salom) nella città lagunare, le cui immagini in un morbido bianco e nero si alternano a quelle della religiosa che canta rivolta verso l’alt(issim)o.
 Proprio nel fine settimana appena trascorso, Suor Cristina aveva rilasciato un’intervista esclusiva (l’unica, da quando è uscita vincitrice da The Voice) al quotidiano Avvenire, spiegando anche la scelta dela canzone: «L’ho scelta io. Senza nessuna volontà di provocare o di scandalizzare. Leggendo il testo, senza farsi influenzare dai precedenti, si scopre che è una canzone sulla capacità dell’amore di fare nuove le persone. Di riscattarle dal loro passato. Ed è così che io ho voluto interpretarla. Per questo l’abbiamo trasformata dal brano pop-dance che era, in una ballata romantica un po’ alla Amos Lee. Cioè a qualcosa di più simile a una preghiera laica che a un brano pop».  Una preghiera laica cantata da una suora che ha vinto un talent show televisivo.
Ma, del resto, noi mortali non possiamo certo comprendere i piani dell’Altissimo.
Intanto, accontentiamoci di conoscere quelli della casa discografica Universal: l’album, intitolato semplicementeSister Cristina, uscirà il prossimo 11 novembre, in tutto il mondo. Il disco conterrà due brani inediti, Fallin’ Free e L’Amore Vincerà e dieci cover rivisitate: oltre a Like a Virgin, ci sarannoTry, Somewhere Only We Know, Blessed Be Your Name, Fix You, No One, I Surrender, True Colors, Price Tag, Perto, longe Ou Depois (Ordinary Wolrd). L’album, prodotto da Elvezio Fortunato, è stato registrato a Los Angeles e vanta la colaborazioni di musicisti come Vinnie Colaiuta, Sean Hurley, Tim Pierce, Simone Sello, Ed Roth, Davide Rossi, Lisa Liu e molti altri.  Ma si plachino i dubbi di chi malignava sul guadagno della giovane religiosa: sempre nell’intervista pubblicata sul quotidiano cattolico, Suor Cristina ha affermato: «Ho fatto voto di povertà: useremo tutto il ricavato per aiutare i progetti della congregazione».
Andiamo in pace, Amen. (vanityfair.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy