Potrebbero essere nello zainetto di Loris le prove dell’omicidio

Potrebbero essere nello zainetto di Loris le prove dell’omicidio

Chi l’ha visto si è ancora occupato della morte del piccolo Loris svelando un retroscena inquietante: lo zainetto del bambino è stato nascosto perchè contenente le fascette che l’hanno ucciso e le mutandine che il piccolo non aveva addosso. Nella puntata di Chi l’ha visto di ieri sera, Federica Sciarelli…

Chi l’ha visto si è ancora occupato della morte del piccolo Loris svelando un retroscena inquietante: lo zainetto del bambino è stato nascosto perchè contenente le fascette che l’hanno ucciso e le mutandine che il piccolo non aveva addosso. Nella puntata di Chi l’ha visto di ieri sera, Federica Sciarelli ha dato il via alla trasmissione con una foto inquietante: quella dello zainetto del piccolo Loris Stival. Si tratta di un piccolo zainetto blu con stringhe e spalliere gialle della saga dei cartoni animati di Toy Story. La decisione di mostrare il contenuto è stato della polizia di Stato per agevolare le ricerche in merito alla morte del piccolo Loris.

 

L’idea è che, proprio il piccolo zainetto del bimbo, possa nascondere indizi fondamentali per la risoluzione delle indagini relativa alla morte del piccolo. “Lo zainetto, oltre ai classici libri per bambini, potrebbe contenere anche le fascette usate per ucciderlo e le mutandine che non erano sul suo cadavere” ha detto durante la puntata Federica Sciarelli. A parlare è stata poi la dottoressa Siracusano, interpellata come rappresentante delle forze dell’ordine che ha detto: “La polizia di Stato e Carabinieri rivolgono questo appello a chiunque possa fornire elementi utili e indicazioni riguardo il ritrovamento dello zainetto del piccolo Loris. Sarebbe auspicabile cercare di avere un’indicazione anche su possibili luoghi dove potrebbe essere avvistato suddetto zainetto. Precisiamo che è uno zainetto di piccole dimensioni e ha la cerniera nella parte superiore”. La Sciarelli ha inoltre sottolineato che, se l’arma del delitto non è stata ancora ritrovata, probabilmente ha qualcosa a che fare con lo zainetto. Chi l’ha visto ha ipotizzato che possa essere stato dato alle fiamme, ma nessuna certezza è stata associata al misterioso oggetto appartenente alla piccola vittima. Tutto resta quindi avvolto nel mistero mentre, la madre del piccolo, Veronica Panarello, continua a dichiararsi innocente.

Donnaglamour.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy