Parma, addio di Cassano!

Parma, addio di Cassano!

L’attesa si riempie di ipotesi e progetti. Sono il segno della speranza che si è diffusa in città da quando si è saputo che il presidente Ghirardi ha venduto la maggioranza delle azioni del Parma. Non ci s’illude, per carità, troppe volte si è rimasti scottati da presunti compratori che…

L’attesa si riempie di ipotesi e progetti. Sono il segno della speranza che si è diffusa in città da quando si è saputo che il presidente Ghirardi ha venduto la maggioranza delle azioni del Parma. Non ci s’illude, per carità, troppe volte si è rimasti scottati da presunti compratori che non avevano i soldi nemmeno per pagare il conto del ristorante, però si compensa la depressione per il presente (ultimo posto in classifica e tanti debiti) con una visione meno buia per il futuro.

 

Non si conoscono i nomi degli acquirenti, stando al comunicato del Parma dovrebbero essere presentati martedì dopo le firme in uno studio notarile di Brescia, tuttavia si sa che è stata compilata la lista dei membri del nuovo consiglio di amministrazione: tutti professionisti italiani che, in un modo o nell’altro, rappresentano gli investitori stranieri. Se poi questi ultimi siano russo-ciprioti, arabi, cinesi, americani o… marziani, poco importa ai tifosi: ciò che conta è che i capitali, quindi i soldi, siano “tracciabili” e “puliti”. E che siano parecchi per poter potenziare la squadra e saldare parte dei debiti. (gazzetta.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy