Mihajlovic: “Arrabbiato per i primi 30 minuti”

Mihajlovic: “Arrabbiato per i primi 30 minuti”

Reduce dal pareggio per 1-1 sul campo della Juventus, l’allenatore della Sampdoria, Sinisa Mihajlovic, commenta ai microfoni di Sky la gara: “Il tonfo si è sentito poco, perché comunque nei primi 30 minuti abbiamo sofferto molto, loro erano molto superiori a livello tecnico e fisico, mentre noi siamo entrati in…

Reduce dal pareggio per 1-1 sul campo della Juventus, l’allenatore della Sampdoria, Sinisa Mihajlovic, commenta ai microfoni di Sky la gara: “Il tonfo si è sentito poco, perché comunque nei primi 30 minuti abbiamo sofferto molto, loro erano molto superiori a livello tecnico e fisico, mentre noi siamo entrati in campo con grande paura. Abbiamo cambiato modulo e poi abbiamo fatto la nostra partita, mi dispiace perché se giochiamo come sappiamo possiamo farlo alla pari con tutti. Loro venivano da 25 partite vinte in casa, pareggiare qui non è stato certo facile, siamo stati fortunati ad andare in svantaggio di un solo gol all’intervallo e poi bravi a trovare il pareggio.

 

 

Il risultato non mi interessava quanto la prestazione, perché se avessimo giocato da Samp e perso sarei stato contento, col Napoli abbiamo fatto una grande partita ed ero contento, oggi non mi sono piaciuti i primi trenta minuti di gara, nel secondo tempo abbiamo cambiato il nostro atteggiamento. Dal trentesimo in poi i ragazzi sono stati bravi.

Marchisio sull’angolo? Ogni tanto il pallone fuori dalla lunetta lo facevo anch’io, ogni tanto bisogna essere furbi nella vita. Mi rode di più che un giocatore non molto alto come Evra ci faccia gol così, lo accetterei di più da Bonucci o Morata o Llorente. Lui è stato bravo, ma noi siamo stati dei polli.

Gabbiadini? Di mercato non parlo, se non con i miei dirigenti e nelle sedi opportune. Manolo è un giocatore importante per noi, ma che deve migliorare come tutti, forse qualche panchina gli è servita perché ora vedo che gioca con più cattiveria e convinzione. Oggi abbiamo fatto molto meglio con il 4-3-3 rispetto al tentativo di mettersi a specchio, mancavano un po’ di giocatori però chi ha giocato si è fatto valere comunque, a parte i primi trenta minuti in cui avrei dovuto cambiare almeno otto giocatori tra gli 11 in campo”.

 

Tuttomercatoweb.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy